Jump to content

la pulizia del terrario


Recommended Posts

di nuovo salve a tutti,

avevo già accennato qualcosa nel mio precedente post sui nematodi, ma ho preferito trattandosi di un argomento diverso aprire un nuovo thread per chiedervi consiglio e per confrontarmi con voi in merito alla questione "pulizia" che a quanto ho capito ci interroga un pò tutti.

 

veniamo al caso specifico :

 

premesso che siamo davanti ad un terrario per una specie "scavatrice" e non arboricola vi chiedo come operare e con quale frequeza per la pulizia regolare del terrario.

la domanda mi è sorta sopontanea osservando uno sling di sabulosum che cresce a vista d'occhio, e fortunatamente si è costruito una tana nella quale passa la maggior parte del suo tempo e nella quale muta regolarmente.

 

Mi è capitato inoltre di osservarlo mentre caccia la preda afferrandola letteralmente da sottoterra e trascinandola giù nella sua tana, con conseguente impossibiltà da parte mia di rimuovere i residui.

 

vi chiedo quindi, voi in questi casi come operate?

 

conviene distruggere la tana che faticosamente si è costruita in funzione di una maggiore pulizia?

 

 

oltre ad eliminare i residui oranici e gli escrementi ( a proposito, io uso un batuffolo imbevuto d'acqua, voi? ) che vi sappiate c'è una "ratio"per la sostituzione della torba in base alla grandezza della migale?

del tipo : con uno sling 3 cm di legspan si cambia la torba ogni 6 mesi mentre con un esemplare adulto ogni 2.

 

ho installato nel terrario un umidificatore che grazie a degli ultrasuoni crea un vapore acqueo finissimo , del tipo di quelli che si usano nei terrari per i camaleonti, e lo accendo quando vedo che il livello di umidità scende sotto soglie di guardia ho sbagliato? gli utrasuoni danno fastidio all'aracnide?

Link to comment
Share on other sites

Mi è capitato inotlre di osservarlo mentre caccia la preda afferrandola letteralmente da sottoterra e trascinandola giù nella sua tana, con conseguente impossibiltà da parte mia di rimuovere i residui.

 

vi chiedo quindi, voi come operate?

 

In teoria, alla fine del pasto il ragno ha l'abitudine di portare gli avanzi del cibo nella parte piu' lontana (rispetto alla sua tana) del terrario.... A chi piacerebbe dormire in mezzo ai propri avanzi di cibo??.... :blush: La stessa cosa vale per le feci.... :lol:

 

Quindi il primo problema dovrebbe essere risolto... Non ti e' mai capitato di vederli??

 

In genere la parte che non viene mangiata diventa una pallina di qualche mm.

 

conviene distruggere la tana che faticosamente si è costruita in funzione di una maggiore pulizia?

 

Io eviterei di stressare inutilmente l'ospitino, salvo casi eccezionali e/o disperati, e ti assicuro che questi casi sono pochi... :huh:

 

Per quello che riguarda la sostituzione o sterilizzazione della torba direi che per uno sling una volta all'anno e' sufficiente.... Per maggiore sicurezza anche ogni sei mesi vanno bene...

Link to comment
Share on other sites

ma comunque sperando non sia un'inesattezza,penso di poter dire che gli avanzi di cibo,sebbene rimuoverli sia sempre meglio,sono meno pericolosi di un cadavere intero non consumato per la formazione di eventuali parassiti..quello che lascia il ragno,infatti,di organico ha ben poco..chiaro che comunque una percentuale di rischio c'è sempre..

Link to comment
Share on other sites

Sî chiaro, in un cadavere vi è molto di più per sotenere lo sviluppo di batteri, altre creature necrofaghe, parassiti ecc... che in una pallina al 90% di cheratina.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use and Privacy Policy.