Jump to content

Tarli e affini


bak
 Share

Recommended Posts

Salve a tutti voi,

 

sono un neo utente e, prima di tutto, volevo farvi i compliementi per il sito, il forum e tutto il resto.

 

Passiamo alla questione...

 

Questa mattina al nostro risveglio abbiamo trovato sul pavimento sotto un cassetto della cucina una montagnola di segatura finissima come se fosse zucchero a velo.

 

Dopo un'attento controllo abbiamo trovato un buco a forma ellissoidale sul bordo di uno dei cassetti. Il foro è circa 3x6 mm e profondo all'incirca 40/50 mm. Fino a ieri sera non c'era. abbiamo controllato la cucina e sembra non ce ne siamo altri, ma...L'insetto che ha lavorato ha lasciato un velo di legno superficiale integro (circa mezzo millimetro) molto fragile e se lo si tocca è molle. Il legno attaccato è noce nazionale e il mobile ha all'incirca 6 anni.

 

Alcune domande a tal riguardo:

 

1) Potrebbe essere opera di un tarlo ?

 

2) Se si, quale potrebbe essere ?

 

3) Se no, cosa potrebbe essere ?

 

Abbiamo spruzzato dentro al buco un prodotto multispettro composto da permetrina (cis-trans 25/75) pura e altri prodotti minori.

 

Il buco è stato poi sigillato con nastro adesivo.

 

4) Può bastare ?

 

5) Il foro che abbiamo trovato è un foro d'entrata oppure di uscita?

 

6) Esiste un metodo o qualsiasi altra cosa per capire se ce ne sono altri ?

 

7) La mia casa ha molto legno e sono un po' preoccupato. Pavimenti in legno doussie semi vetrificato, mobili in noce massiccio, librerie varie in truciolare, camera da letto in noce nazionale trattato a cere...cosa si rischia?

 

8) Avendo una bimba di 8 mesi che trotterella per casa cosa posso fare per debellare una eventuale presenza di tarli?

 

Vi ringrazio anticipatamente per l'aiuto che potrete darmi...

 

 

Luca alias "bak"

Link to comment
Share on other sites

Vediamo di mettere un po' di ordine... ;)

 

In termini entomologici, per "sfarfallamento" si intende l'uscita dell'"insetto perfetto" (ovvero dell'adulto) dallo stato di pupa... quindi "sfarfallano" tutti gli insetti a metamorfosi completa, non solo le farfalle...

 

Nel tuo caso specifico, sulla base delle precise informazioni che hai raccolto, direi che si tratta del foro di sfarfallamento di un coleottero Cerambycidae, probabilmente Phymatodes testaceus, anche se a priori (in assenza di un esemplare) non posso escludere altre specie...

 

Le case abitate difficilmente sono soggette ad infestazioni di questo tipo a carico dei mobili, in quanto gli insetti sono disturbati dalle normali operazioni di pulizia... ti consiglio quindi di tenere sotto sorveglianza la faccenda e di eliminare eventuali esemplari trovati in giro... se questi dovessero diventare numerosi, si può eventualmente pensare ad un trattamento insetticida di qualche tipo....

 

Ciao

Franco

Link to comment
Share on other sites

Vediamo di mettere un po' di ordine... ;)

 

In termini entomologici, per "sfarfallamento" si intende l'uscita dell'"insetto perfetto" (ovvero dell'adulto) dallo stato di pupa... quindi "sfarfallano" tutti gli insetti a metamorfosi completa, non solo le farfalle...

 

Nel tuo caso specifico, sulla base delle precise  informazioni che hai raccolto, direi che si tratta del foro di sfarfallamento di un coleottero Cerambycidae, probabilmente Phymatodes testaceus, anche se a priori (in assenza di un esemplare) non posso escludere altre specie...

 

Le case abitate difficilmente sono soggette ad infestazioni di questo tipo a carico dei mobili, in quanto gli insetti sono disturbati dalle normali operazioni di pulizia... ti consiglio quindi di tenere sotto sorveglianza la faccenda e di eliminare eventuali esemplari trovati in giro... se questi dovessero diventare numerosi, si può eventualmente pensare ad un trattamento insetticida di qualche tipo....

 

Ciao

Franco

 

Grazie Franco.

 

Avrei altre domande relative allo sfarfallamento.

 

Leggendo su vari siti specialistici quando si parla di fori si usa sempre il termine "molti".

 

Io ho trovato un solo grosso foro...devo aspettarmene altri?

 

Analizzando ben bene il pezzo di mobile intaccato abbiamo notato che le gallerie vanno ben oltre il semplice buco di 4 cm, ma ci sono molte gallerie che interessano un grossa area.

 

Potrebbe trattarsi di un insetto diverso dai tarli ? Cioè un insetto che si nutre di legno, che lo perfora, ma che non è un tarlo?

 

E' possibile che si tratti di un legno non trattato a dovere all'origine e che avesse già al proprio interno le uova di tarli ?

 

Dove posso trovare delle informazioni esaustive sui tarli?

 

Grazie moltissime.

 

Luca

Link to comment
Share on other sites

Vediamo di mettere un po' di ordine... ;)

 

In termini entomologici, per "sfarfallamento" si intende l'uscita dell'"insetto perfetto" (ovvero dell'adulto) dallo stato di pupa... quindi "sfarfallano" tutti gli insetti a metamorfosi completa, non solo le farfalle...

 

Nel tuo caso specifico, sulla base delle precise  informazioni che hai raccolto, direi che si tratta del foro di sfarfallamento di un coleottero Cerambycidae, probabilmente Phymatodes testaceus, anche se a priori (in assenza di un esemplare) non posso escludere altre specie...

 

Le case abitate difficilmente sono soggette ad infestazioni di questo tipo a carico dei mobili, in quanto gli insetti sono disturbati dalle normali operazioni di pulizia... ti consiglio quindi di tenere sotto sorveglianza la faccenda e di eliminare eventuali esemplari trovati in giro... se questi dovessero diventare numerosi, si può eventualmente pensare ad un trattamento insetticida di qualche tipo....

 

Ciao

Franco

 

Grazie Franco.

 

Avrei altre domande relative allo sfarfallamento.

 

Leggendo su vari siti specialistici quando si parla di fori si usa sempre il termine "molti".

 

Io ho trovato un solo grosso foro...devo aspettarmene altri?

 

Analizzando ben bene il pezzo di mobile intaccato abbiamo notato che le gallerie vanno ben oltre il semplice buco di 4 cm, ma ci sono molte gallerie che interessano un grossa area.

 

Potrebbe trattarsi di un insetto diverso dai tarli ? Cioè un insetto che si nutre di legno, che lo perfora, ma che non è un tarlo?

 

E' possibile che si tratti di un legno non trattato a dovere all'origine e che avesse già al proprio interno le uova di tarli ?

 

Dove posso trovare delle informazioni esaustive sui tarli?

 

Grazie moltissime.

 

Luca

 

Prego, ci mancherebbe... oltretutto occuparmi di bestiacce è giusto il mio lavoro... faccio il disinfestatore... :P

 

Può essere che il legno fosse già stato colonizzato... ma a quanto mi risulta il ciclo di questi piccoli cerambicidi di solito è annuale...

 

Sul fatto che tu debba aspettarti altri fori di sfarfallamento o no...quien sabe?

 

Gli insetti che divorano il legno sono detti xilofagi... "tarlo" è un termine generico di comodo che comprende appunto numerose specie di xilofagi...

 

Se capisci il francese e vuoi farti un po' di cultura sui "tarli" prova a fare un salto qui:

 

Insetti xilofagi

 

Ciao

Franco

Link to comment
Share on other sites

Vediamo di mettere un po' di ordine... ;)

 

In termini entomologici, per "sfarfallamento" si intende l'uscita dell'"insetto perfetto" (ovvero dell'adulto) dallo stato di pupa... quindi "sfarfallano" tutti gli insetti a metamorfosi completa, non solo le farfalle...

 

Nel tuo caso specifico, sulla base delle precise  informazioni che hai raccolto, direi che si tratta del foro di sfarfallamento di un coleottero Cerambycidae, probabilmente Phymatodes testaceus, anche se a priori (in assenza di un esemplare) non posso escludere altre specie...

 

Le case abitate difficilmente sono soggette ad infestazioni di questo tipo a carico dei mobili, in quanto gli insetti sono disturbati dalle normali operazioni di pulizia... ti consiglio quindi di tenere sotto sorveglianza la faccenda e di eliminare eventuali esemplari trovati in giro... se questi dovessero diventare numerosi, si può eventualmente pensare ad un trattamento insetticida di qualche tipo....

 

Ciao

Franco

 

Grazie Franco.

 

Avrei altre domande relative allo sfarfallamento.

 

Leggendo su vari siti specialistici quando si parla di fori si usa sempre il termine "molti".

 

Io ho trovato un solo grosso foro...devo aspettarmene altri?

 

Analizzando ben bene il pezzo di mobile intaccato abbiamo notato che le gallerie vanno ben oltre il semplice buco di 4 cm, ma ci sono molte gallerie che interessano un grossa area.

 

Potrebbe trattarsi di un insetto diverso dai tarli ? Cioè un insetto che si nutre di legno, che lo perfora, ma che non è un tarlo?

 

E' possibile che si tratti di un legno non trattato a dovere all'origine e che avesse già al proprio interno le uova di tarli ?

 

Dove posso trovare delle informazioni esaustive sui tarli?

 

Grazie moltissime.

 

Luca

 

Prego, ci mancherebbe... oltretutto occuparmi di bestiacce è giusto il mio lavoro... faccio il disinfestatore... :P

 

Può essere che il legno fosse già stato colonizzato... ma a quanto mi risulta il ciclo di questi piccoli cerambicidi di solito è annuale...

 

Sul fatto che tu debba aspettarti altri fori di sfarfallamento o no...quien sabe?

 

Gli insetti che divorano il legno sono detti xilofagi... "tarlo" è un termine generico di comodo che comprende appunto numerose specie di xilofagi...

 

Se capisci il francese e vuoi farti un po' di cultura sui "tarli" prova a fare un salto qui:

 

Insetti xilofagi

 

Ciao

Franco

 

Ciao Franco,

 

la situazione si fa più seria di quel che pensavo...sul corrimano abbiamo trovato altri fori (circa una decina) molto più piccoli (1/1.5 mm) che abbiamo prontamente imbibiti di antitarlo e tappati con stucco apposito.

 

I fori sembravano di colore scuro e avevano i bordi lisci. Abbiamo notato che i fori avevano sempre un ingresso e un'uscita, infatti iniettando il veleno da un foro usciva subito dopo da un altro adiacente.

 

Abbiamo pensato ad una disinfestazione massiccia...cosa mi consigli? Possibili costi?

 

Abbiamo delle foto se vuoi te le invio...

 

Grazie molte.

 

Luca

Link to comment
Share on other sites

Dunque...

Puoi fare diverse cose...

Si possono trattare gli oggetti in legno con gas tossici, usando un'apposita camera gonfiabile.... ma costa un botto ed è un sistema un po' macchinoso... inoltre "sterilizza" tutto ma non dà alcuna sicurezza per futuri attacchi....

Puoi provare a fare un trattamento insetticida generalizzato in tutta la casa, ma riusciresti solo a uccidere eventuali adulti liberi, ben difficilmente le larve o le pupe nascoste nel legno.. se inoltre hai una bimba piccola o animali domestici non è comunque una buona idea...

Il mio consiglio è quello di trattare gli oggetti attaccati con un prodotto apposito per il legno, che oltre a preservarlo da ulteriori attacchi futuri, dovrebbe avere una azione sufficientemente penetrante da colpire le pupe prima che sfarfallino...

Ti do un paio di link...ma se fai ricerca in rete usando la chiave "prodotto antitarlo" ne troverai probabilmente parecchi altri...

 

http://www.antichitabelsito.it/prodotti-restauro.htm

 

http://www.webalice.it/inforestauro/complet.htm

 

http://www.veleca.it/prodotti/mitos-antitarlo.html

 

etc. etc.

 

Sono praticamente tutti prodotti a base di permetrina....

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use and Privacy Policy.