Jump to content

Riscaldamento


Guest Kato
 Share

Recommended Posts

Sono rientrato ora a casa ed ho notato che la temperatura del terrario della mia g. rosea è un po' bassa (circa 18°).

Credo sia ora di munirmi di qualcosa per riscaldare un po'.

1- Come funzionano i cavetti riscaldanti?

2- Quando sono lunghi?

3- Quanto costano?

4- A che temperatura arrivano?

5- Si deve usare anche un termostato?

6- Quanto costa?

7- Dove lo compro?

8- Come si usa?

[:)]

A voi!

CIAO e GRAZIE!

 

« Il mondo è una prigione dove è preferibile stare in una cella di isolamento »

Link to comment
Share on other sites

Guest volothar

Ciao Kato, ritengo che 18à non siano terribili per una grammostola, anche se sulla 20° sarebbe meglio in ogni caso sarò breve:

 

1) Li colleghi tramite presa alla rete elettrica e scaldano[:)]

2) dal metro e mezzo in su se non sbaglio

3) dipende dal wattaggio credo sui 15-20 euro il piu basso (15 w)

4) possono scaldare molto

5) E' sempre consigliabile (vedi punto 4)

6) dipende dal modello

7) dove compri il cavetto o in un negozio di materiale elettrico

8) setti la temperatura desiderata oltre la quale il termostato provvedera a spegnere il cavetto e evitare surriscaldamenti (per l'utilizzo del cavetto ne abbiamo parlato in svariati post sul riscaldamento)

 

9) Rileggiti quei post [:)]

 

 

*Enrico*

Link to comment
Share on other sites

I cavetti riscaldanti hanno varia lunghezza e wattaggio,comunque,se hai solo un terrario,non te ne serve uno particolarmente lungo e potente,dipende dalla temperatura domestica che riscontri in inverno in casa,per una Grammostola rosea la temperatura ideale è 25 di giorno e 20 di notte,circa.Purtoppo il costo di un cavetto,nei negozi specializzati è elevato,partendo dai15/20 euro di base(ma ne ho trovati anche a 30(!)euro).

Devi piazzarlo sotto il terrario(di solito si preferisce metterlo solo sotto una parte del terrario,per creare gradiente termico),oppure contro la parete posteriore(ma in questo caso si è soliti isolarlo con un pannello di polistirolo.L'uso di un termostato è sempre consigliabile,soprattutto perchè un cavetto,posto sotto una teca e acceso costantemente,sviluppa molto calore,anche se è di basso wattaggio(a me ha causato delle belle crepe su un tavolo di formica,perciò attenzione a dove lo metti!).Il problema è semmai il tipo di termostato:non voglio spaventarti,ma quelli a fasce di temperatura hanno costi proibitivi,perciò ti consiglio di ripiegare su un modello manuale,dal costo più contenuto,che dovrai provvedere a reglare manualmente,mattina e sera(ovviamente se in casa tua la temperatura notturna scende sotto i 20 gradi).E'tutto,più o meno.Per ulteriori chiarimenti,chiedimi pure.

 

Ciao.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use and Privacy Policy.