Jump to content

Steatoda paykulliana


Recommended Posts

Questo pomeriggio è venuto a farmi visita un mio amico e mi ha detto se poteva interessarmi un ragno che aveva trovato sull'uscio di casa...me lo ha appena portato, grazie alle cose che ho da voi appreso son riuscito ad azzardar una classificazione...avendo da tempo una Steatoda grossa (riconosciuta come tale grazie a Migdan) ho subito visto che sempre di Steatoda si tratta, poi, guardando tra vecchi post e facendo una ricerca di immagini posso dir senza dubbio che si tratta di una Steatoda paykulliana, ora, va tenuta nello stesso modo in cui ho tenuto Steatoda grossa? (ambiente secco...qualche rametto per la tela e droso a palate...)?

Poi, potreste dirmi quali differenze ci sono tra femmina e maschio?

 

come sempre anticipatamente ringrazio tutti

Link to comment
Share on other sites

si ... puoi usare lo stesso sistema che usi per la S.grossa ... vanno bene anche spazi ristretti e poca umidità. Per l'alimentazione le Drosofile servono a poco, se è già più lunga di un centimetro a zampe tese ... vuol dire che puoi già alimentarla con prede più grosse ... grillini ... mosche ... larve varie ... formiche (meglio se con le mandibole danneggiate) ... per la differnza tra maschio e femmina ho delle foto ... puoi trovarle qui per il maschio ... mentre queste sono le femmine ... la differenza tra i due sessi credo sia chiara ... il maschio ha quasi sempre le zampe marroni zebrate di nero mentre la caratterista della femmina è di essere nerissima ma con una fascia giallo-arancio-rossa sul opistosoma che però in molti casi può essere anche totalemte nero. Questo naturalmente come in quasi tutte le specie di ragni è molto più voluminoso di quello del maschio. Contrariamente a quando accade in molti altri theridii il maschio può raggiungere dimensioni pari e anche superiori per dimensioni totali a zampe tese, rispetto alla femmina ...CIAO

Edited by roccolucio
Link to comment
Share on other sites

Grazie roccolucio,

comunque anche alla grossa non le do solo droso, le droso le scarico li un po' per eccesso di produzione, ma si becca spesso pure prede più consistenti...

Ottime foto, posso dir con certezza di aver un maschio.

 

Che dite, come mi è stato appena suggerito "poca umidità" o come mi disse a suo tempo Piergy "umidità zero, si idratano attraverso l'alimentazione"...?

Link to comment
Share on other sites

un maschio? ... adulto come quello delle foto che ti indicavo? ... se è così non sarà facile alimentarlo sopratutto con le drosofile ... anzi a volte ti farà impazzire per come come non riesce a catturare quasi nulla. Dopo la muta finale infatti il maschio perde la capacità di produrre le goccine collose fondamentali per la predazione. Sono però ancora degli ottimi ladri di prede ... a quel punto per nutrirli sai cosa facevo? ... li tenevo in un piccololissimo contenitore con un solo stuzzicadente che gli dava un minimo appiglio per arrampicarsi ... poi dentro ci mettevo insieme una piccola Steatoda triangulosa che catturava le prede ... a quel punto il maschio di S.paykulliana (più grosso) se ne appropriava e se ne nutriva ... subito dopo facevo uscire la S.triangulosa per evitare problemi ... strano vero? ... ma funzionava ... un maschio adulto in questo modo mi è sopravissuto per cinque mesi e in quel periodo ogni tanto lo facevo accoppiare con una nuova femmina ...CIAO

Edited by roccolucio
Link to comment
Share on other sites

Rocco, sei una miniera, questa storia è veramente fantastica.

Ciaro, a breve provvederò a mantenere la mia promessa! :)

Link to comment
Share on other sites

La cosa che mi avete appena detto sull'alimentazione di un maschio adulto mi fa propendere al suo rilascio...

peccato però, mi sarebbe piaciuto rimediargli una compagna e tentar la riproduzione.

 

Non si riesce proprio ad alimentarlo in altro modo?

 

P.S. Daniele tranquillo, non c'è scadenza (la mia frenesia di imparar da voi è sempre al massimo, ma posso attendere senza problemi...anzi, ti ringrazio già da ora)

Link to comment
Share on other sites

.

. . . aspetta . . . se ti sembra in buone condizioni, se non pare troppo disidratato e se si muove ancora velocemente sulla tela potresti tenerlo per qualche giorno sperando di trovare subito una femmina. Puoi provare a nutrirlo con prede ferite o con larve di mosche (piccoli bigattini debilitati) insomma prede facili da ghermire con i cheliceri per un ragno che ha perso quasi completamente l'utilizzo predatorio della ragnatela ... una cosa è certa però ... se l'opistosoma comincia a raggrinzirsi e lui non mangia ... devi riuscire almeno a farlo bere da un batuffolo d'ovatta bagnato. Altro sistema utile per non farlo debilitare ulteriormente è quello di tenerlo in un contenitore piccolissimo (quelli trasparenti per tenere i rullini fotografici potrebbero essere già troppo spaziosi per questa fase) ... in questo modo il ragno rinuncerà subito a cercare l'uscita ... in un 'ambiente' più grande potrebbe passare tutta la notte in movimento con grande dispendio delle sue già limitate energie ...CIAO

 

Rocco, sei una miniera, questa storia è veramente fantastica.

... :) ... visto che i primi maschi adulti vivevano solo poche settimane ho dovuto per forza trovare qualche soluzione ... ma quella del furto della preda ... non è detto che sia la migliore ... anzi sto ancora cercando ... nel frattempo sono sempre in ascolto per eventuali suggerimenti per ottimizzarne la sopravvivenza.

Edited by roccolucio
Link to comment
Share on other sites

La femmina si trova facilmente, ne ho 4 adulte e proprio non riesco a trovare un maschio con cui farle accoppiare...

Ti mando io una femmina o tu il maschio (così tra un paio di mesi facciamo fifty-fifty con gli eventuali nascituri! :))?

 

Prima però controlla che la specie sia giusta, il maschio di S. nobilis somiglia vagamente alla paykulliana e in questo periodo (almeno dalle mie parti) se ne trovano a bizzeffe.

 

Fammi sapere che ne pensi!

Link to comment
Share on other sites

Guest spyck

ciao a tutti posso fare 1 domanda stupida

ma ho visto le foto di questo bel ragnetto

come si fa ad allevarli quando sono piccoli visto che la femmina misura 3 cm ?

i piccoli saranno minuscoli !

Link to comment
Share on other sites

ciao a tutti posso fare 1 domanda stupida

ma ho visto le foto di questo bel ragnetto

come si fa ad allevarli quando sono piccoli visto che la femmina misura 3 cm ?

i piccoli saranno minuscoli !

è vero i nuovi nati sono minuscoli e dall'aspetto delicatissimo ... ma hanno una grande capictà collaborativa e dopo una settimana dall'uscita dal bozzolo già riescono a collaborare nel catturare le drosofile. Ma in genere è la madre che caccia per loro e in molti casi ha già deposto un bozzolo pieno di uova sterili per nutrire i piccoli ... con tutte queste attenzioni ti asscicuro che la mortalità in condizioni normali (finchè restano nella tana materna) ... è bassissima ...CIAO

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Il maschio di p-orridge si è già accoppiato con 2 femmine ed una ha deposto un bel cocoon. Davvero un gran bell'esemplare... Enorme, è anche più grande e robusto delle femmine che ho io. :(

 

Geniale il metodo di roccolucio per alimentare i maschi, peccato non sia ancora riuscito a trovare una Steatoda più piccola (roba da pazzi, in genere ne trovo a chili!) da usare come "ospite".

Tengo il maschio nello stesso terrario di una femmina di paykulliana adulta che non si fa problemi a dividere le camole con lui. Una volta stavano addirittura mangiando insieme e per adesso la femmina non l'ha mai attaccato.

L'addome del maschio è bello gonfio, spero che riuscirà a fecondare anche la femmina subadulta che ho trovato qualche giorno fa.

 

P.S. per p-orridge: ti tengo aggiornato su quando nascono gli slings, così dividiamo! ^_^

Edited by PiErGy
Link to comment
Share on other sites

Enorme, è anche più grande e robusto delle femmine che ho io.  ^_^

 

ciao ... riesci a spedirmi una sua foto? ... volevo confrontarlo con questo grosso maschio trovato nel 2003 nella stessa zona (suo probabile discendente) in cui che nel 2001 incontrai il più grande mai visto (in legspan raggiungeva i 3.7cm) ... un vero fuori taglia! ... peccato che all'epoca non avevo ancora la fotocamera digitale e non conoscevo la tecnica di conservazione in alcool :( ...CIAO

Link to comment
Share on other sites

Quello di p-orridge è un centimetro e qualcosa bodylenght, non è proprio un gigante rispetto a quello che hai visto tu! Però i maschi che avevo visto io fino adesso erano parecchio più piccoli e meno robusti.

Comunque ok, scatterò qualche foto! ^_^

Link to comment
Share on other sites

circa un centimetro di body ... un esemplare molto bello sicuramente più grosso rispetto alla media di quelli che trovo dalle mie parti ...CIAO

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use and Privacy Policy.