Jump to content

LD50 value


Recommended Posts

LD50 (lethal dose 50), dose letale 50%, indica la quantità di una qualsivoglia sostanza sufficiente ad uccidere la metà degli animali di laboratorio (in genere ratti) sottoposti all'assorbimento di quel prodotto nell'arco di 24 ore. Si esprime in milligrammi di sostanza per ogni kg di peso di animali di laboratorio.

In genere, parlando di animali velenosi, il calcolo è fatto per via sottocutanea, ma ci sono LD50 calcolati su base endovenosa, intramuscolare, etc, etc....

 

Più LD50 è basso, più la sostanza è considerata velenosa.

 

Sebbene sia uno degli indicatori di velenosità più diffusi non è particolarmente preciso (anche se in linea di massima è indicativo) perchè i test li fanno sui ratti (e non nell'uomo che - per quanto simile - non è comunque un ratto). Inoltre la velenosità relativa non è l'unico fattore per definire la pericolosità di un animale, se per questo motivo ci riferiamo all'LD50! Per dire... un serpente non particolarmente velenoso come l'Agkistrodon contortrix che ha un LD50 altuccio (25, sottocutaneo) è immensamente più pericoloso di uno scorpione il cui veleno è considerato potentissimo come il Leiurus che ha un LD50 molto basso (meno di uno). Il primo ha un allungo di un metro e se ti vuole mordere scatta come una molla, il secondo lo pesti con una ciabattata.... ;)

Link to comment
Share on other sites

Guest el_G4to

E se volete qualche altra info:

 

LC50: concentrazione nell'aria(mg/metro cubo) che uccide il 50% degli animali del gruppo tstato in tempo standard

LCx: concentrazione nell' acqua(mg/L) che uccide X% dei pesci nel gruppo testato in tempo standard

MLD: dose letale media(mg/kg)

LDLo: dose letale minima (mg/kg)

 

e poi: sostanze considerate molto tossiche: LD50 (per os ratto) minore/uguale a 25, LD50 (cutanea ratto/coniglio) min/uguale 50, LC50 (ratto) min/uguale 0,5

 

hola, gato.

Link to comment
Share on other sites

Vorrei postare qualche risposta ma mi sono accorto che questo non è il topic adatto.

All'inizio sbadatamente ho postato qui perchè la storia dell'LD50 l'ho letta su un sito di scorpioni ;)

Che faccio? Continuo ho apro un messaggio sull'altro topic?

Link to comment
Share on other sites

Sul web la Latrodectus mactans viene accreditata di un LD50 pari a 0,9mg/Kg

1) Confermate?

2) Il veleno di quale ragno vanta LD50 più basso?

3) Si hanno notizie sull'LD50 della Latrodectus tredecimguttatus o della Steatoda paykulliana?

Link to comment
Share on other sites

1-si.

2-il genere Latrodectus (ci sono diversi lavori e diverse pubblicazioni a riguardo) ha la DL50 più bassa ( vedi col cerca la scheda relativa sul forum...).

In particolare mi risulta che la specie hasselti abbia la DL%= più bassa in assoluto.

3- sulla Steatoda paykulliana no, non avendo nel suo veleno la proteina responsabile della tossicità umana (latrotossina).

Link to comment
Share on other sites

Il ragno con LD50 più basso in assoluto non so quale sia, ma sicuramente ci sono scorpioni con un LD50 molto minore, tipo Leiurus ha come LD50 0,16, Androctonus 0,30, e se non ricordo male anche Centruroides si attesta intorno a valori simili...

Link to comment
Share on other sites

Credo che il record di tossicità spetti agli anfibi... si parla di milionesimi di grammo, se non erro... ovviamente sottocutanei...

 

...c'è di buono che non mordono.... ;)

Link to comment
Share on other sites

Le rane della famiglia delle Dendrobatidae sono conosciute come Rane Velenose o Rane delle frecce-avvelenate, poiche' sono usate dai nativi della regione del Choco in Colombia per avvelenare i dardi delle cerbottane che impiegano per cacciare uccelli e mammiferi. Dalla PELLE di questi anfibi sono stati isolati più di 400 alkaloidi di oltre 20 classi strutturali; le principali sono le batracotossine, le istrionicotossine, le pumiliotossine e le epibatidine.

La Batracotossina, il piu' potente veleno animale conosciuto [250 volte piu' potente della stricnina, 5,000 volte più tossica del Cianuro di potassio], e' prodotta dalla Rana-freccia Phyllobates terriblis.

 

Tratto da www.vency.com

Link to comment
Share on other sites

ciao

 

i alcaloidi di dendro sono stati capiti ora a 500

i l'armi di frecce non fossero dendro ma Phyllobates o Strychnos, cuindi no le trovabili auratum tinctorium e altre.

 

i classi di struttura ora sono 22...

 

i batracotossine sono anche in Pitohui..un uccello di nuova giunea

 

spero di non fare andare fuori luogo anche ora la parlata come altro topic :D

 

 

ciao!

 

 

;)

Link to comment
Share on other sites

miriagrammi

Il Miriagrammo è un'unità di misura della massa ormai caduta completamente in disuso e vale 10 chilogrammi. Nella scala ha una posizione intermedia fra il chilogrammo e il quintale. Per quanto riguarda LD50 i dati sono espressi in milligrammi.

 

Confermo quanto detto da Matteus;

Leiurus quinquestriatus LD50 pari a 0,16

Androctonus australis LD50 pari a 0,32

Centruroides exilicauda (che se non ricordo male è il più velenoso del genere) ha LD50 di 1,12.

(Qualcuno parlava della velenosità dell' Hadrurus arizonensis...quello ha LD50 di 168, molto meno pericoloso degli altri).

 

Confermo anche quanto detto su Phyllobates terribilis...A quanto mi risulta è l'animale dotato del veleno più attivo.

 

Oxyuranus microlepidotus

Hai maggiori informazioni a riguardo?

Link to comment
Share on other sites

Occhio nella lettura di tabelle da siti diversi. La DL50 può essere calcolata nel ratto, nel topo, per via sottocutanea, endovenosa ecc.

E' evidente che debbono essere paragonati dati relativi ad animali testati in condizioni eguali, sennò.....dato non paragonabile.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use and Privacy Policy.