Jump to content

Riscaldamento e umidità


Guest mischu
 Share

Recommended Posts

Guest mischu

Ciao! Con questa estate che tarda a venire tra pioggia e temperature al di sotto della media, non so regolarmi per quanto riguarda il riscaldamento dei terrari: posso fidarmi ormai a staccare i cavetti?

In secondo luogo volevo chiedere un consiglio per questa estate.

Dovrò assentarmi circa 20 giorni e,come l'anno scorso, un amico si offre di venire ad umidificare i terrari. Nell'eventualità purtroppo probabile che qualche esemplare debba fare la muta proprio in quel periodo, è più conveniente tappare parte delle prese d'aria del terrario, comportando però la formazione di un po' di muffa o è meglio lasciar perdere? Avevo pensato anche di affidare gli esemplari interessati (nei loro terrari) ad un negozio che tratta questo tipo di animali.....Alzando molto il tasso di umidità, non si riuscirebbe magari ad accelerare il processo di muta? Grazie per i suggerimenti!

Link to comment
Share on other sites

Ciao per quanto riguarda il riscaldamento io li ho ancora attaccati dovresti veder quanti gradi hai all' interno del locale se si aggira una temperatura intorno ai 28 °C direi che puoi anche farne a meno, personalmente nella mia stanza ho dai 24 ai 25 °C e mi sembra ancora un po' presto staccare i cavetti.

Per i tuoi 20 giorni di assenza ti consiglio di aumentare di piu' il substrato in modo che l' umidita' si mantiene di piu', e nebulizzare abbondantemente prima della partenza cosi l' umidita' dovrebbe durare molto di piu'.

Se il tuo amico e' una persona fidata puo' regolarsi lui con un igrometro a mantere il tasso giusto di umidita' per gli esemplari in muta.

comunque senti uno piu' esperto magari ti da maggiori info.

Ciao [;)]

Link to comment
Share on other sites

Guest vincioo

secondo me dipende molto dal tipo di ragno che hai......io per la grammostola ho staccato tutto, senza cavetto nel terrario ormai ci sono 23/24 gradi.

Link to comment
Share on other sites

Si per una grammostola lo staccherei anche io, ma per individui che stanno a temperature leggermente piu' alte aspetterei ancora un pochino, al massimo se il cavetto e' posto sotto il terrario, alzerei il terrario con degli spessori in modo che il calore ci impiega di piu' ad arrivare. [;)]

Ciao

Link to comment
Share on other sites

anche io sono daccordo con gli altri...ma ke "tarantola" hai??se hai una grammostola penso ke tu possa staccare tutto senza problemi se hai un altro ragno....[^]

 

w le scolopendre cingulate

Link to comment
Share on other sites

Guest mischu

Allora, io ho esemplari diversi: grammostola pulchra, acanthoscurria geniculata, brachipelma smithi, poecilotheria regalis, Pelinobius craw., haplopelma lividum, theraphosa blondii, lasiodora parahibana e due pandinus imperator.

Per il riscaldamento penso di aver capito come fare, mentre perchè dite di no alla "pensione" in negozio? Il mio amico non può venire ogni giorno e, pur aumentando il substrato, in caso di mute non so se possa essere rischioso (per questo chiedevo delle prese d'aria da tappare in parte, col fattore muffa però)......[:I]

Link to comment
Share on other sites

In linea di principio sono contrario alla "pensione" in negozio perché spesso i commercianti non sono dei buoni allevatori e purtroppo assai frequentemente finiscono con il fare morire gli Aracnidi perché non li curano abbastanza.

 

PS

Complimenti per il tuo allevamento.[^]

Link to comment
Share on other sites

Beh se il negoziante e' veramente ma veramente di fiducia e lo conosci da tanto io direi che puoi anche affidarti a lui. Anche se io dei negozianti mi fido poco.

Link to comment
Share on other sites

Guest mischu

Quindi, dovendo scegliere tra affidarli ad un negoziante che, come dite, sia assolutamente fidato e competente oppure lasciarli a casa con questo amico che li bagna, ma non tutti i giorni (magari con parte delle prese d'aria tappate e più substrato), pensate che sia più conveniente, secondo l'interesse degli animali, optare per il negozio?

Link to comment
Share on other sites

Secondo me a casa tua stanno sicuramente più tranquilli. Niente stress da trasporto, niente cambio di condizioni climatiche (che possono variare anche da stanza a stanza), nessuno che li punzecchia o infastidisce...Cosa ne sai che magari qulacuno al negozio non ci sta intorno disturbandoli? Istruisci bene il tuo amico e anche se non può venire proprio tutti i giorni, i tuoi ragni non se ne accorgeranno nemmeno.

Link to comment
Share on other sites

Guest mischu

Ok, effettivamente speravo tanto di non doverli muovere....pensa che li tengo tutti in una grande libreria, aperta ovviamente, tra le fronde di piante finte e nella più totale tranquillità e penombra, visto che la stanza in questione è sempre chiusa e ci vivono più loro che io!

Quindi, ricapitolando, per gli esemplari che dovessero essere in muta, posso optare per tappare parte delle prese d'aria, nonostante si formi un po' di muffa?

Link to comment
Share on other sites

Guest mischu

Pensavo di farlo per cercare di mantenere il più alto e il più a lungo possibile (quel mio amico non può venire tutti i giorni) l'umidità nei terrari dei ragni che purtroppo credo dovranno mutare proprio in quel periodo lì! Quando si dice la sfi....[:)!]

Link to comment
Share on other sites

La muta è una fase importantissima e se non avviene nelle condizioni ottimali il ragno rischia di morire. Forse non è una cattiva idea tappare alcune delle prese d'aria per garantire un tasso d'umidità più elevato.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use and Privacy Policy.