Jump to content

Due nuovi ragni di picchio000


Recommended Posts

Ricevo via mail e cerco di identificare:

 

xyst1.jpg

xyst2.jpg

 

Famiglia Thomisidae, genere Xysticus, quale che sia la specie molto probabilmente l'esemplare non è adulto.

 

scoto1.jpg

scoto2.jpg

 

Famiglia Gnaphosidae.

 

Per picchio000: è molto importante che ci segnali con precisione le dimensioni dei ragni che trovi (con il Thomisidae lo hai fatto a meraviglia fotografandolo vicino a una riga millimetrata) e l'ambiente in cui li hai trovati.

Ciao, continua a mandarmi foto, mi raccomando!

Link to comment
Share on other sites

Guest picchio000

Complimenti Dan....sei stato di parola, hai postato le foto rapidamente [:7].

 

Per ciò che riguarda la misurazione , bhe di solito quando possibile metto sempre un righello a fianco dell'esemplare, come feci anche con lo Zoropsis sp. adulto qualche tempo fa, il problema dell'ultimo ragno e che non stava fermo un secondo, l'ho dovuto mettere in un bicchiere per poterlo fotografare [:D].

 

Invece per quel che riguarda il luogo dove li ho pescati, allora lo xysticus stava su un muro all'interno del mio ufficio, l'esemplare che fa parte della famiglia gnaphoside l'ho scovato quando ho scostato un tappeto (quelli di gomma nera bucati) che sta all'esterno dell'ufficio e dove tra i fori si era accumulata una quantità di polvere che non ti dico, quindi stava in mezzo ai cumuli di polvere, la sua dimensione non superava il centimetro di legspan.

Ultima segnalazione, lo spiderling di zoropsis (o lycosidae) l'ho trovato che girovagava sempre all'interno dell'ufficio su un cartone che conteneva guanti di gomma, poi rilasciato all'esterno (speriamo che abbia trovato un buon nascondiglio [:(] ).

 

Ciao a tutti, ci vediamo ai prossimi avvistamenti!!!!!!

Link to comment
Share on other sites

Possibilissimo, ma non mi pronuncio, ci vorrebbe come minimo una foto in dettaglio delle filiere. X. cristatus è probabilmente la specie più comune del genere, ma non dimenticherò mai cosa diceva il nostro Maestro... mai fidarsi della colorazione, ci sono troppe specie simili, non vorrei prendere una cantonata.

Link to comment
Share on other sites

Sono pienamente d'accordo. Solo dopo l'esame di caratteristici morfologici e possibile distinguere con certezza tra due specie congenerici, e specialmente nel caso di certi generi (ez. Xysticus!). Mio tentativo era solamente intenzionato a stimulare altri interventi con possibile eventuale convergenza di opinioni - ma nessun tassonomo si pronuncierebbe sull'identificazione di un esemplare senza vederlo o almeno senza vedere fotografie in close-up degli organi genitali, palpi, occhi etc. - fotografie che Migdan a dimostrato di essere bravissimo a produrre!

 

Davdand

Link to comment
Share on other sites

Guest picchio000

Capisco che sia difficilisimmo identificare un ragno da quelle foto, ma per me è impossibile fotografare nel dettaglio, uno perchè uso una macchina digitale di non elevata qualità (coolpix 2000), secondo perchè i miei "fotomodelli" vengono fotografati "dal vivo" al massimo messi in un bicchiere per i più agitati.

Sarebbe bello poter fotografare con più precisione almeno la disposizione oculare, ma se uso troppo l'ingrandimento non riesco a mettere a fuoco!!!!

Certo se mi ricapita di fotografare uno zoropsis sp. adulto.....beh quelle si che sono soddisfazioni [8D].....anzi credo di aver individuato il nascondiglio di un sub-adulto, per caso sono ragni nomadi o una volta scelto un posto rimangono li finche non diventano adulti?????

Ciao a tutti e alle prossime foto.

Link to comment
Share on other sites

Sul Thomisidae ci si potrebbe anche sbilanciare con Xysticus, anzi direi che concordo anche se con un minimo di riserva, ma sull'altro acc.. è molto difficile, non vedo bene le filiere, l'eventuale tela e soprattutto gli occhi.

Immagino però che tu l'abbia inquadrato meglio dal vivo per dire che è uno Gnap (la foto con lo sfondo bianco mi ha fatto pensare a un Coelotes o a un Amaurobius..), quindi più che Gnaphosidae non posso proprio dire (Gnaphosa? Nomisia? Echemus? troppi!!)

Ciao

.m

Link to comment
Share on other sites

Caro Marco, è nuovamente un piacere discutere con te di identificazioni. Qui si presenta un problema suppletivo, comunissimo in questa sezione: le foto non le ha scattate Francesco Tomasinelli, e il nostro picchio000, dotato di grande entusiasmo e di indiscutibili capacità negli "scatti improvvisati" avendo in mano una macchina fotografica da 2 mega pixel con il secondo ragno ha fatto quel che ha potuto. Potremmo parlare per mesi senza che le osservazioni di uno prevalgano su quelle dell'altro, visto che non avremo mai controprove, però ti ripeto che questi sono dibattiti che storicamente interessano molto (basta leggere il numero di visite di questo tipo di post), quindi tento di spiegarti le mie impressioni.

Escluderei Coelotes per diversi aspetti, a cominciare dalle filiere, che mi sembrano troppo grandi e sporgenti, idem dicasi delle zampe, troppo tozze e robuste. Amaurobius... in effetti da quel che si intuisce i cheliceri sono grandi, ma da quanto si vede il metatarso IV sembra glabro, per esperienza almeno un'ombra di calamistro in una foto come questa si dovrebbe riconoscere.

Link to comment
Share on other sites

Ciao Migdan,

effettivamente è molto divertente provare a determinare i ragni delle foto così, al volo, tra una scartoffia e un giro in laboratorio. Mi rallegrate la giornata! (non devo esagerare perchè se mi beccano i miei "capi" mi sparano...)

Concordo sulle tue osservazioni su Coelotes e Amaurobius, ma non potendo vedere la cosa da un punto di visto un po' più accurato continuo a non sbilanciarmi troppo..

Per ora ti saluto,

alla prox!

.m

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use and Privacy Policy.