Jump to content

Tempi pre-muta


rafdln
 Share

Recommended Posts

ciao a tutti!

la mia Acanthoscurria Geniculata (3 anni, femmina, grossa più o meno come una mano aperta) non mi mangia da dicembre, sto iniziando a preoccuparmi; è normale che per più di 2 mesi non mangi assolutamente nulla? Inoltre sull'opistosoma non mi sembra di vedere alcuna macchia chiara nè striature. Le ultime volte che a mangiato era nella media di 15-20 grilli in 2-3 giorni ogni 2 settimane.

La temperatura del terrario si aggira sui 20 gradi max. (molto difficile da alzare a causa del freddo)

Vi prego aiutatemi ho paura che tra poco muoia...

 

P.S.

Alcuni caimani si sono trasformati in scarafaggi e ora vanno in giro nel terrario in cerca di cibo, sono pericolosi/commestibili? (la tarantola ora quando li ha vicino si scansa)

Link to comment
Share on other sites

Due mesi di digiuno per un ragno di quelle dimensioni non sono poi allarmanti, soprattuto se la nutrivi con 10 grilli alla settimana...

La cosa che mi lascia molto perplesso è la temperatura: 20 gradi max. per una acanthoscurria? E' molto poco... devi assolutamente alzargli la temperatura fino almeno a 25°, e probabilmente vedrai che ricomincerà a mangiare o muterà.

 


She's got the jack, ta na naaa...

Link to comment
Share on other sites

non dovresti lasciare che delle prede gironzolino per il terrario, se il ragno non le vuole. A parte il fatto che sono una grosse fonte di stress, diventerebbero un autentico pericolo nel caso che il ragno mutasse. Gli "scarafaggi" che si aggirano per il terrario potrebbero addirittura essere letali per una Acanthoscurria fresca di muta!

Link to comment
Share on other sites

Citazione:Messaggio inserito da Matteus

 

Due mesi di digiuno per un ragno di quelle dimensioni non sono poi allarmanti, soprattuto se la nutrivi con 10 grilli alla settimana...

La cosa che mi lascia molto perplesso è la temperatura: 20 gradi max. per una acanthoscurria? E' molto poco... devi assolutamente alzargli la temperatura fino almeno a 25°, e probabilmente vedrai che ricomincerà a mangiare o muterà.


id="quote">id="quote">

 

Ho messo il tappetino elettrico (grande da 20 W) all'interno (sulle istruzioni dice di fare così), ho abbassato di molto il substrato e spesso tengo il terrario coperto con delle coperte di lana pesanti per isolarlo termicamente ma a casa mia con questo freddo non riesco a mandare la temperatura oltre i 20, è impossibile.

Ci riesco solo puntando una lampadina contro il terreno (ovviamente non contro la tarantola) ma allora la temperatura sale parecchio e non è una soluzione intelligente..

Link to comment
Share on other sites

Citazione:Messaggio inserito da Diana

 

non dovresti lasciare che delle prede gironzolino per il terrario, se il ragno non le vuole. A parte il fatto che sono una grosse fonte di stress, diventerebbero un autentico pericolo nel caso che il ragno mutasse. Gli "scarafaggi" che si aggirano per il terrario potrebbero addirittura essere letali per una Acanthoscurria fresca di muta!


id="quote">id="quote">

 

Lo so, infatti non appena vedrò che accenna a mutare li toglierò.

Riguardo allo stress, il mio terrario è molto grande e gli scarafaggi sono pochi e stanno sempre nascosti in un buco, non credo che possano dargli più stress rispetto allo "stress" che ha la Acanthoscurria in natura, nella foresta amazzonica, anzi ricreo di più l'habitat e favorisco l'affinamento delle tecniche di caccia...

Link to comment
Share on other sites

Citazione:Ho messo il tappetino elettrico (grande da 20 W) all'interno .(sulle istruzioni dice di fare così),
id="quote">id="quote">Eh, bravo... mettilo all'interno il tappetino grande da 20 watt! e magari allora leggi le istruzioni anche per il resto. Non dimenticare le patate... [:)]

 

Citazione:ma a casa mia con questo freddo non riesco a mandare la temperatura oltre i 20, è impossibile
id="quote">id="quote">allora Rafdl come già ti consigliai una volta*id="size3">, lascia perdere i ragni.... una A. geniculata, ragno che in genere sta bene dai 25 ai 28 °C , se viene tenuta a 20°C, per me siamo al limite della violenza....

Citazione:gli scarafaggi sono pochi e stanno sempre nascosti in un buco, non credo che possano dargli più stress rispetto allo "stress" che ha la Acanthoscurria in natura, nella foresta amazzonica, anzi ricreo di più l'habitat e favorisco l'affinamento delle tecniche di caccia...


id="quote">id="quote">

 

Ma dai... per favore. Non farci ridere!! [xx(]

se è una presa in giro a noi di questo forum ti informiamo che le prese in giro fortunatamente non attecchiscono, ma se quanto dici corrisponde a verità sappi che come allevatore vali assai poco e al tuo animale più che un habitat naturale stai fornendo un vero e proprio inferno. Forse lo sospettavi e noi te ne diamo ampia e totale conferma.

 

 

*id="size3"> quando sostenevi che i ragni vivono bene nel pantano, e che noi eravamo esagerati con le nostre attenzioni, savo poi postare che eri invaso da migliaia di moscerini, o quando palesavi il tuo macabro divertimento nel vedere una Theraphosa che massacrava un topo in un video-splatter, e via dicendo...!! Ti conoscono tutti qui... [xx(]id="size1">

 

º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°

ARACNOFILIA.ORG -amministratore

º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°

Link to comment
Share on other sites

Scusa, ma che temperatura hai in casa? 5 gradi?

Prova a far così, togli il tappetino da dentro il terrario (è rischioso lasciarlo dentro), e ne metti all'esetrno uno da 50. dubito davvero che non ti salga la temperatura. Poi dai magari anche un'occhiata alle condizioni del termometro (magari è rotto).

 

[:264] Tullio [:16]

Link to comment
Share on other sites

Io sono un neofita ma da quello che ho potuto leggere non c'è una cosa dritta nell'allevamento di rafdln...il tappetino non va mai messo all'interno e lo stesso discorso vale per altri tipi di riscaldamento...potrebbero causare la morte del ragno se ci fosse un corto circuito...come già è successo a qualcno nel forum.

Ogni animale in giro per il terrario causa stress e il discorso dell'habitat naturale non è esatto...poi non ne parliamo dei problemi fisici o la morte che potrebbero causare ad un ragno fresco di muta.

Io credo che il tuo ragno stia in una specie di "letargo" a causa della temperatura molto bassa.

 

M@r&n|<0

 

L'omm senz a panz è comm a femmn senz e zizz!!!

 

E come disse la monaca camminado sullo specchio:"Stammatin a vec ner!!!"

Link to comment
Share on other sites

Rafdln, il tuo ragionamento non fa una grinza... Per completare l'arredamento da foresta amazzonica, perchè non vai a prendere una secchiata di acari, funghi e parassiti vari? Sai, irrobustiscono il sistema immunitario del ragno che è una meraviglia...[;)]

 

Se vuoi continuare ad allevare il tuo ragno DEVI entrare nell'ordine di idee che devi accontentare le sue esigenze: il tappetino va messo FUORI, le prede non mangiate sono solo pericolose e stressanti, la temperatura è troppo bassa, e immagino che con il riscaldamento all'interno e dato che hai abbassato di molto il substrato l'umidità sia a livelli inaccettabilmente bassi...

 

E dopo vieni a chiedere perchè non mangia...

 

 

E si che non è proprio da pochissimo che allevi 'sto povero ragno... è da un po' che bazzichi sul forum... Almeno un po' di buonsenso!

 

L'ha capito anche Marenko che di ragni non ne ha nemmeno uno che nel tuo terrario c'è QUALCOSINA che non va, poniti qualche problema...

 


She's got the jack, ta na naaa...

Link to comment
Share on other sites

Ho capito, la causa del fatto che non mangia ne va in muta è sicuramente il freddo, lo immaginavo.

Il tappetino l'avevo all'esterno ma sopra c'erano mezzo centimetro di vetro e cinque centimetri di torba e il risultato era che la temperatura era la temperatura ambiente (15-18 gradi), risultato: il tappetino all'esterno purtroppo era praticamente inutile per il freddo che c'è a casa mia (normalmente qui fa 15 gradi visto che ho una casa molto grande e un riscaldamento condominiale non all'altezza) e purtroppo ho preferito correre il rischio di metterlo all'interno invece di farla morire assiderata, dato che non ho trovato altre soluzioni.

Ora provo a comprare un tappetino da 50 W per vedere se davvero riscalda anche all'esterno..

 

Riguardo al fatto di lasciare 1-2 grilli-caimani all'interno in un terrario di 60x35 cm circa davvero non credo che possa essere un inferno; vi chiedo, ma la geniculata in natura (nell'Amazzonia) è abituata a stare da sola nella pace più totale o sente in continuazione vibrazioni di altri insetti e animali e ci convive?

 

Matteo G. quando mi dici di lasciare stare i ragni lo dici perché la temperatura di casa mia è troppo bassa (15 gradi)??

Link to comment
Share on other sites

Dico quello che dico perchè i presupposti da cui tu parti sono talmente sbagliati che sembrano costruiti ad hoc per prenderci in giro.

 

Te lo ripeto, con premura.

 

Vivi in una casa peremmemente a 15°C gradi? Non riesci a portare una teca a 25°C se non seppellendo un tappetino nella torba? Allora NON ALLEVARE RAGNI! Ci sono animali molto più adattabili (tipo i pinguini per esempio). Se non puoi tecnicamnte garantire ai ragni una vita decente, allora dedicati a qualcosa d'altro...

Il tuo discorso non ha alcun senso! E' come se ti dicessi che non riuscendo ad avere in casa la temperatura per far sopravvivere un'iguana (e la voglio a tutti i costi) la soluzione trovata è scaldarla a schiaffi!!

 

per il discorso...

Citazione:ma la geniculata in natura (nell'Amazzonia) è abituata a stare da sola nella pace più totale o sente in continuazione vibrazioni di altri insetti e animali e ci convive?
id="quote">id="quote"> allora, ti dico...

 

...perchè non entri nel terrario con gli stivali e non la calpesti? oppure ci versi sopra un barile di olio esausto? Sono tutte cose che capitano nella foresta amazzonica, te lo assicuro... e perchè non ci metti davanti alla tana un'anaconda in putrefazione? capita anche quello nella foresta... e pure capita che un indigeno ci faccia i suoi bisogni sopra....

 

 

Dai basta... fai come vuoi! Alleva le tarantole in frigo e poi scaldale con l'accendino, ma non ci prendere in giro, per favore e non farci perdere tempo con domande assurde. C'è tanta gente alle prime armi che ha davvero bisogno di aiuto con i ragni...

 

matteo

 

 

 

 

 

º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°

ARACNOFILIA.ORG -amministratore

º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°

Link to comment
Share on other sites

Citazione:Riguardo al fatto di lasciare 1-2 grilli-caimani all'interno in un terrario di 60x35 cm circa davvero non credo che possa essere un inferno; vi chiedo, ma la geniculata in natura (nell'Amazzonia) è abituata a stare da sola nella pace più totale o sente in continuazione vibrazioni di altri insetti e animali e ci convive?
id="quote">id="quote">

 

Avevi detto che la tua geniculata scansava le prede, no? Mi pare un messaggio forte e chiaro. Cosa ti fa pensare di riprodurre un pezzetto di Amazzonia riducendolo a due o tre insetti lasciati liberi nel terrario, mettendo in pericolo il tuo animale o facendolo stressare inutilmente? Qualsiasi animale ospite in una casa percepirà vibrazioni a essa connesse e a ciò che la circonda, oltre a quelle tipiche del tempo atmosferico. Se davvero porti amore per il tuo ragno, sarebbe saggio seguire i consigli degli amici aracnofili e non solo per il tappetino, come stai facendo, ma precipitandoti a levare ogni fonte di disturbo, di stress e di pericolo per il tuo ragno, fra l'altro bellissimo.

Lidia

 

EegaBeeva

"Gli alberi gridano quando vengono uccisi, ma gli umani non possono udire la loro sofferenza" id="brown">id="size1">

(Princess Mononoke, film di animazione, 1997, per la regia di Hayao Miyazaki)id="size1">

Link to comment
Share on other sites

Grazie Lidia.

 

Matteo non sto prendendo in giro nessuno! Ti assicuro che tutto quello che ho detto corrisponde alla realtà e se sono tornato qui a scrivere è perchè sono comunque un neofita e ho davvero dei problemi e sono molto preoccupato per la mia tarantola, alla quale comunque tengo moltissimo. Non voglio un altro animale mi piacciono i ragni; tra l'altro quello che ho me l'ha venduto un esperto, Marco ("Haplo", uno dei pochi che ha riprodotto la Xenestis) insieme a tappetino e teca e tutto, ho visto da vicino le Latrodectus, ho letto e riletto il libretto di Caratozzolo e tutto quello che ho trovato su internet quindi credo di saperne almeno un po di più rispetto a chi non ne sa nulla (ovviamente la mia conoscenza è minima se paragonata a tutti gli esperti aracnologi che ci sono qui).

Mi dispiace che mi attacchi in questo modo, sono sicuro che lo fai per quei vecchi diverbi che abbiamo avuto in passato su alcune questioni tra l'altro molto triviali; mi dispiace se in passato mi sono comportato in quel modo (fa parte del mio carattere), ti chiedo scusa. Mi piacerebbe essere accettato qui.

Link to comment
Share on other sites

Va bene allora mi scuso io, se ho "frainteso" alla luce dei passati diverbi ed esperienze quanto hai scritto... [;)]

 

Detta in maniera meno "nervosa" però il sunto non cambia... devi davvero pensare a sistemare il problema della temperatura. Se è vero che un ragno che vive a 28 °C può vivere anche a 25-26°C (magari divenendo un po' meno attivo) è invece impossibile che riesca a sopravvivere ai 20-22°C. Smetterà di mangiare, deperirà e morirà piano piano. Sempre che nel frattempo non "tenti" una muta, sicuramente fatale!!

Devi proprio - se vuoi allevare ragni - crearti un'area accettabile (diciamo sui 22-22°C) che poi potrai "migliorare" con cavetti e altri accessori... ma non puoi allevare una ragno nel sottotetto.

 

E' fondamentale che tu ragioni su come "arrangiare" la stanza dove tieni i ragni... risolto questo, pian piano si riuscirà a mettere a posto altri problemi (tipo il non mangiare).

 

Altro discorso è l'"ambiente naturale"... la teca deve "riprodurre" l'ambiente naturale, senza i pericoli però!! Vuol dire mettere la torba con umidità alta per un ragno tropicale, e la sabbia per uno scorpione deserticolo...

 

Prova a farci capire meglio dove tieni sti' ragni? In che ambiente sono per esserci 15°C? una cantina? un sottotetto? com'è fatto? quanto è grande? non riesci a parzializzarne una parte da scaldare con del poliuretano o roba del genere?

 

matteo

 

º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°

ARACNOFILIA.ORG -amministratore

º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°

Link to comment
Share on other sites

Citazione:tra l'altro molto triviali
id="quote">id="quote">

Non lo erano. Il tuo metro di giudizio, mi spiace dirtelo, non depone a tuo favore.

 

Citazione:mi dispiace se in passato mi sono comportato in quel modo (fa parte del mio carattere), ti chiedo scusa. Mi piacerebbe essere accettato qui.
id="quote">id="quote">

Mobilitati da subito per portare il rispetto necessario al tuo animale. Più che tendere alla tua gradevolezza in questo forum, tendi invece ad attivarti per allevare bene il tuo ragno, poiché i consigli non ti sono mancati e con un po' di buon senso potresti farli tuoi, ringraziando del tempo che ti viene dedicato, che è prezioso e che non andrebbe sciupato.

Spero di sbagliarmi, ma ho l'impressione che, adesso come in passato (stando alle poche ma efficaci parole spese da Matteo), tu sia alla ricerca dell'effetto. Possiedi già un ragno meraviglioso... il solo effetto che puoi partecipare a quanti ti leggono è - in questo momento - la tua rinnovata consapevolezza di allevare una creatura viva e non un peluche.

Lidia

 

 

 

EegaBeeva

"Gli alberi gridano quando vengono uccisi, ma gli umani non possono udire la loro sofferenza" id="brown">id="size1">

(Princess Mononoke, film di animazione, 1997, per la regia di Hayao Miyazaki)id="size1">

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use and Privacy Policy.