Jump to content

ALLEVAMENTO CAMOLE DELLA FARINA


aleli
 Share

Recommended Posts

ALLEVAMENTO DI TENEBRIO MOLITORid="red">

 

DESCRIZIONE: il Tenebrio molitor, detto comunemente larva o camola della farina è il tenebrionide forse più usato come cibo vivo, grazie alla sua prolificità e alla sua facilità d'allevamento. Può essere usato per alimentare le migali ad ogni stadio, (larva-pupa-adulto), anche se non tutti i ragni, almeno dalla mia esperienza, gradiscono il coleottero adulto e la pupa ha il difetto di essere poco mobile, quindi poco attraente per la migale.Un allevamento è molto utile poichè consente di avere a disposizione individui di taglia differente ed alimentati correttamente per la salute della migale.

 

 

ALLEVAMENTO: allevare il Tenebrio Molitor è abbastanza semplice: bisogna disporre di un contenitore di superficie abbastanza ampia(i fauna-box vanno bene ma anche qualsiasi altro contenitore, i Tenebrior Molitor non hanno la capacità d'arrampicarsi) indicativamente almeno 20 x 30 o 30x 40 per 6-8 coleotteri adulti.

Non bisogna dimenticare che la camola E' quello che mangia quindi la composizione del substrato alimentare riveste una grossa importanza.

La mia ricetta "ideale" (poichè penso che ogni allevatore abbia la propria) è formata da farina bianca e gialla, semola di grano duro, crusca, pellettati appositi per l'alimentazione dei conigli(composti essenzialmente di erba medica), crocchette per cani o gatti tritate e farina di soia o ceci che apporta una gran quantità di proteine di origine vegetale.

Sconsiglio vivamente l'utilizzo di acqua, poichè i tenebrionidi hanno bisogno di un clima molto secco, come fonte d'approvvigionamento di acqua consiglio di utilizzare ogni tanto uno spicchio di mela o di patata, i quali ammuffiscono poco, o qualche foglia d'insalata, ovviamente il tutto ben lavato per scongiurare la presenza di pesticidi e non lasciarli per più di un giorno all'interno del contenitore d'allevamento.

Consiglio di somministrare l'insalata solo agli adulti, sembra anche che la gradiscano molto.

Come si può notare la dieta deve essere piuttosto varia, un'alimentazione basata solo su crusca e farina aumenta di molto la componente grassa della larva ma non quella proteica.

Si può iniziare l'allevamento acquistando le larve presso qualche negozio d'animali o caccia e pesca, io ho tuttavia notato che esemplari allevati solo con la crusca(come avviene nei grossi allevamenti) non riescono a modificare le proprie abitudini alimentari, consiglio quindi di aspettare che si trasformino in coleotteri adulti per poter cominciare ad alimentarli con un substrato ideale.

Il ciclo vitale, legato tuttavia alla temperatura,la quale non deve essere troppo bassa altrimenti provoca nelle larve uno stato di latenza bloccandone lo sviluppo, è di circa sei mesi.Io metto in un contenitore 7 o 8 adulti e periodicamente( ogni 4 o 5 settimane)provvedo a setacciare con l'ausilio di un pezzo di zanzariera, il substrato,per non perdere le larve appena nate.

La femmina depone nel substrato un centinaio di uova circa, quindi consiglio di sostituirlo solo quando cominciano ad intravedersi le larve, questo per evitare la perdita delle uova.Le larve poi possono essere messe in altri contenitori in base alle proprie dimensioni.

 

 

Scheda redatta da Alessandro Sala (aleli)

 

 

Ciao Ciao

Aleli

Link to comment
Share on other sites

direi che hai fatto benissimo secondo me a scrivere qui,anche perchè io ci ho provato parecchie volte a farli replicare ma non ci sono mai riuscito,il tuo composto forse potrà risolvermi il problema.Bravo

Link to comment
Share on other sites

Grazie, questa è la mia "ricetta" e mi è sempre andata bene...

Matteo, non ti sei ancora fatto sentire, cosa ne pensi della scheda?Se non va bene o non vuoi metterla sul sito mica m'offendo............:-)))

E solo per sapere se serve anche quella dei grilli e dei caimani....

 

Ciao Ciao

Aleli

Link to comment
Share on other sites

[;)][:)][:D]

quote:Originally posted by aleli

 

E solo per sapere se serve anche quella dei grilli e dei caimani....


id="quote">id="quote">

 

Serve serve [:)][:D][:)][:D]

 

« Il mondo è una prigione dove è preferibile stare in una cella di isolamento »

Link to comment
Share on other sites

  • 1 month later...
  • 4 weeks later...

Vi consiglio di tenere le camole ad una temperatura di circa 25 gradi

così si riproducono in fretta poi le larve al fresco in cantina per l'acqua dategli la carota è la cosa che ammuffisce di meno anzi dopo un pò si secca.Così io dispongo sempre di una grande quantità di camole di ogni misura,dimenticavo per riprodurle mettetele in una vaschetta al caldo sopra un terrario (io ce l' ho sul terrario della riopa).

 

Ciao a tutti .

Hilo

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use and Privacy Policy.