Jump to content

Pholcidae di Piergy


Recommended Posts

"Ammetto che ci sto prendendo gusto...

Un altro ragnetto, sembra l'incrocio tra un pholcus e uno scytodes; misura 2mm di corpo e l'ho trovato nel mio famigerato stanzino. Potrebbe essere uno sling di pholcus ma non mi convince: non ha ancora fatto la tela sebbene abbia l'aria di un ragno tessitore ed ha un comportamento differente dal pholcus (per esempio non trema se infastidito)". Piergy dixit.

Strano_pholcus.JPG

Strano_pholcus2.JPG

Strano_pholcus3.JPG

 

Stavolta ci provo anch'io: a prima vista direi Pholcidae, forse juvenile di Psilochorus simoni, mi tornerebbe la minore propensione a vibrare rispetto a Pholcus e Holocnemus, i miei dubbi riguardano la costrizione tra cefalotorace e addome (terza foto), troppo pronunciata, e quelle due macchie nere (occhi?). In effetti la terza foto ricorda molto uno Scytodes.

Link to comment
Share on other sites

Ho dei dubbi che sia la specie da te citata; l'addome degli psilochorus è più grande e allungato, questo ragno lo ha troppo rotondeggiante.

Abitudini strane comunque: adesso si trova in una scatoletta 6x5, non ha fatto una tela evidente ma solo un paio di fili incrociati tipo loxosceles e scytodes sul coperchio. Sembra più uno scytodes che un pholcus per abitudini ma mi sembra impossibile che un ragno cacciatore abbia zampe così lunghe e fragili.

Al contrario dei pholcus aderisce bene sulle pareti e sul coperchio della scatola in una maniera che uno scytodes se la sogna!

Le macchioline nere sono occhi, ha anche un paio di macchie marroncino chiaro sul torace.

 

//E sUlLa StRaDa Di PeScArA VeNnE AsSalItO DaI PaReNtI InGorDi E ScAriCò Le SuE PiStOle In ArIa E rEgaLò Le SuE PaRoLe Ai SoRdI

Link to comment
Share on other sites

Caro Migdan e caro Piergy, se guardate il Jones a pag 330 c'è la Spermophora senoculata...credo sia lei...Pholcide, dimensioni compatibili, amante delle case, modesto tessitore....mmm credo sia lui.

Ciao!!

Link to comment
Share on other sites

Spermophora.jpg

 

Questa sezione del forum è diventata come le scuole elementari di oggi: non c'è più un Maestro solo!

Grande Ilic, tanto di cappello, al primo colpo per due sere di fila.

Link to comment
Share on other sites

Anche se il colore del ragno nell'ultima foto che hai postato è abbastanza diverso e l'addome è meno pronunciato penso che Ilic abbia indovinato, magari non è proprio la stessa specie ma in linea di massima ci siamo.

Ancora grazie!

 

//E sUlLa StRaDa Di PeScArA VeNnE AsSalItO DaI PaReNtI InGorDi E ScAriCò Le SuE PiStOle In ArIa E rEgaLò Le SuE PaRoLe Ai SoRdI

Link to comment
Share on other sites

La checklist segnala un'altra specie del genere Spermophora, S. elevata. Niente immagini, ho trovato soltanto un link a questo articolo degli anni '70:

 

Senglet, A. (1973c). Note sur Spermophora elevata Simon et description d'une nouvelle espèce: Spermophora simoni (Araneae: Pholcidae). Bull. Mus. natn. Hist. nat. Paris (Zool.) 97: 683-686.

 

Ma il centro interdipartimentale di Bologna non me lo segnala presente in alcuna biblioteca italiana. Maestro, dai, e' da piu' di un mese che non ti interpello in maniera diretta, e poi stavolta ce l'ho messa tutta per scervellarmi da solo, ce la daresti una mano? [;)]

Link to comment
Share on other sites

Sono in cerca di un adulto... mi ricordo che da piccolo trovavo dei ragni molto simili a questo ma leggermente più grandi (sui 4-5mm di corpo). Magari è un altra specie però i colori erano molto simili e non sembravano semplici pholcus.

Vesubia, il tuo aiuto è indispensabile![:P]

 

//E sUlLa StRaDa Di PeScArA VeNnE AsSalItO DaI PaReNtI InGorDi E ScAriCò Le SuE PiStOle In ArIa E rEgaLò Le SuE PaRoLe Ai SoRdI

Link to comment
Share on other sites

Guest vesubia

1973 SENGLET Antoine Note sur Spermophora elevata Simon et description d'une nouvelle espèce: Spermophora simoni (Araneae: Pholcidae) - (*) Bull. Mus. Hist. nat., Paris, 3e sér., n° 125 (Zool.) 97: 683-686 (1973) D.B. Corsica & ?Francia Pholcidae Spermophora sp.p. VR, V-2001, 250 LIT

 

Caro Daniele,

come vedi dal mio data-base risulta che possiedo questo lavoro. Il problema è che non riesco a trovarlo anche se ho ricontrollato tutte le fotocopie due volte!

Alla peggio puoi chiederlo a

VR, V-2001, 250 LIT

che tradotto significa:

"ordinato al Museo di Scienze Naturali di Verona, in data maggio 2001, al costo di lire 250".

Se nel frattempo riesco a trovarlo te lo faccio sapere subito.

Non seguire quel centro interdipartimentale di BO, è poco aggiornato e, secondo me, non vale niente. Meglio tirarsi su le maniche da soli.

Ciao, Claudio

Link to comment
Share on other sites

Museo di Scienze Naturali di Verona... collezione Brignoli, suppongo.

Comunque nel mio laboratorio il CIB è ritenuto la panacea di tutti i mali, io viceversa condivido il tuo giudizio, si trova roba più aggiornata persino con Google. Grazie della segnalazione, tramite biblioteca dovrei arrivarci senza problemi, sono solo quattro pagine, potrebbero mandarmelo via fax.

Link to comment
Share on other sites

Tenetemi aggiornato sulle novità! Migdan magari posta un sunto delle 4 pagine se c'è qualcosa interessante. Chi l'avrebbe detto che un ragno all'apparenza così poco rilevante, fosse uno dei meno conosciuti?

 

//E sUlLa StRaDa Di PeScArA VeNnE AsSalItO DaI PaReNtI InGorDi E ScAriCò Le SuE PiStOle In ArIa E rEgaLò Le SuE PaRoLe Ai SoRdI

Link to comment
Share on other sites

Guest vesubia

Non avevo pensato ai fax, a volte sono più comodi delle scansioni.

Se avete un fax-indirizzo mandatemelo via mail, può sempre servire.

Ciao, Claudio

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use and Privacy Policy.