Jump to content

I FAUNA-BOX: questi sconosciuti...


Recommended Posts

Salve a tutti,

Mi piacerebbe sapere la vostra opinione riguardante questi terrari in plastica, che a prima vista trovo molto utili, magari non come sistemazione definitiva per un bel ragno, ma adatti magari come sistemazione temporanea per subadulti, o aracnidi in crescita.

Ebbene mi è parso, correggetemi se sbaglio, che il principale problema di questi terrari sia la eccessiva areazione e l'incapacità di mantenere una elevata umidità atmosferica.

Dunque secondo voi potrebbe assere comunque una valida sistemazione per ragni come Grammostola o Brachypelma, o altre specie che non necessitano di particolare umidità?

Per queste specie bastaerebbe tenere il substrato abbastanza umido e un contenitore per l'acqua, o dovrei anche nebulizzare di frequente?

Qualcuno di voi utilizza abitualmente questi terrari? Se si che specie vi alloggiate? Per quali specie invece sarebbe giusto evitarne l'utilizzo, e per quali invece li trovate adatti?

Per la mia B.Klaasi giovane (circa 4-5 cm ls) sto usando un fauna box, ho provato a limitarne l'areazione tappando buchi in eccesso con della carta stagnola... è venuta un po una porcheria, voi avete mai provato a limitare l'areazione di un fauna-box? In che modo?

 

Bene ho finito, spero che qualcuno di voi possa chiarire i miei dubbi.

Ciao, Riccardo.

 

P.S. (rivolto in particolare a Matteo, se leggerà questo post)

Sarebbe bello includere nella ristrutturazione del sito (ovviamente a tempo debito) una parte riguardante i diversi tipi di terrari, di diversi materiali, adatti magari anche per altri aracnidi (scorpioni ecc) e magari una parte che spiegasse anche come costruirli partendo dalle lastre di vetro o altro materiale. Qui nella mia città mi sono rivolto a un negozio dove costruivano acquari su misura, ma oltre a i prezzi mostruosi quando gli parlavo di prese d'aria a diverse altezze, terrari per aracnidi, o fauna-box in plastica, mi guardavano come se fossi un alieno e mi dicevano "Eh??? Ragni???" e poi "Ma cus' el un faunabocs??" ... al che ho dovuto girare un sacco per trovare uno dei suddetti terrari in plastica per la mia piccola Klaasi e per quanto riuguarda il vetro ho pensato un po al fai-da-te... per questo mi veniva l'idea della parte dei terrari nel sito...

Ri-saluto e mi scuso per la lungaggine.

Link to comment
Share on other sites

Salve.

Secondo me i "fauna box" andrebbero accuratamente evitati.

Questo per numerose ragioni:

-sono molto fragili

-il tempo li deteriora

-sono poco "personalizzabili"

-la ventilazione è eccessiva

-di solito il coperchio è molto poco sicuro

-esteticamente sono "deprimenti"

-non sono, in effètti, economici come dovrebbero essere

Buona giornata.

Diego Nannuzzi.

 

P.S. Riccardo, chi ti ha detto che "Grammostola" e "Brachypelma" non necessitano di "particolare" umidità?

Link to comment
Share on other sites

io uso un faunabox suddiviso in 2 parti, da un lato ho una B.emilia adulta e dall'altro un A.bicoloratum,ho usato del domopak(quello di plastica trasparente per tappare i buchi.

Non che da fuori sia bellissimo, ma è funzionale, mi importa soprattutto che le mie bambine vivano in un ambiente il più comodo possibile per loro.

 

cio ALVISE

Link to comment
Share on other sites

io sono favorevole al loro utilizzo,ma rimane il problema dell'elevato costo.

per l'umidità devi regolarti tu,se riesci a spruzzare diverse volte al giorno puoi anche non tappare le aperture del coperchio.

non li trovo deprimenti,ed almeno io,riesco a tenerli più puliti di un terrario in vetro.per il coperchio è solido,poi dipende dalle marche,ma se è abbastanza alto in modo che il ragno non riesca a fare leva poggiandosi a terra,non si apre facilmente.devi attenerti alle misure disponibili,questo si,perciò direi che vanno bene solo per ragni subadulti,o specie relativamente piccole,ne troverai anche di 50cm,ma costano una fortuna,e non conviene più

Ugo

Link to comment
Share on other sites

Allora intanto ringrazio tutti per le risposte tempestive, siete davvero sempre molto disponibili.

Per rispondere al P.S. di Diego, forse mi sono espresso male io, con la frase che ora riporto con un copia-incolla qui sotto:

 

Grammostola o Brachypelma, o altre specie che non necessitano di particolare umidità?

Per queste specie bastaerebbe tenere il substrato abbastanza umido e un contenitore per l'acqua, o dovrei anche nebulizzare di frequente?

 

Non dico che non abbiano bisogno di umidità in senso assoluto (credo che sia chiaro) ma queste informazioni le ho trovate su diversi siti (anche in questo forum) e se vuoi indicazioni più precise le ho trovate anche a pag. 35 del libro di Simone Caratozzolo "I Ragni Giganti" (nella didascalia della foto della smithi in alto a destra per esempio).

Forse era più correto il termine "molta" o "elevatissima" , ma anche "particolare" mi sembrava fosse comprensibile... in ogni caso spero di avere puntualizzato a sufficenza... Non preoccuparti non intendo lasciarle a secco!![:)]

 

Riccardo.

Link to comment
Share on other sites

In "linea di massima", sono d'accordo con Diego...

I faunabox non mi piacciono, sono brutti e poco adatti ai ragni per i motivi sopra ben evidenziati....

 

Diciamo che poi, in via eccezionale, li uso anche io... per esempio per mantenere momentaneamente i miei esemplari in attesa di trovare una sistemazione più consona, per il trasporto o per allevare le prede (che non campano molto)

Oltrettuto costano una fucilata! Con gli stessi soldi andate da un vetraio vi fate tagliare 5 pezzi di vetro rettangolari (di recupero, ne hanno sempre) e poi li incollate col silicone. Tappate il tutto con un piano di legno in cui avete "sagomato" il buco rettangolare dell'accrocco con un taglerino e magari studiate un metodo (anche solo due strisce di velcro incollate) per fissare il "tappo" (magari fateci qualche forellino sul tappo [:)] eh!).

Fatto! prezzo (io me la cavo con 10-15 Euro) e sono meglio di un faunabox. Tra l'altro molte volte i vetrai e quelli che vendono piante hanno già dei "vasi" di vetro pronti venduti a poco e che tappati possono diventare un terrarietto decente.... allora li spendete davvero niente! Specie se sono piccoli (roba da 5-7 Euro)

 

Matteo G

 

PS: per Riccardo. Si farà sicuramente... il topic "postate una foto del vostro terrario" era proprio un tentativo di sondare il terreno in quel senso....

 

****ARACNOFILIA****

Link to comment
Share on other sites

Capito tutto. In futuro andrò per vetrai o vedo se trovo i "vasi" di cui sopra. Per i fauna box però il mio di circa 20x12x15 (da 3,5 litri) lo ho pagato "solo" 4,40 ... mi pareva carino: ha un coperchio bello duretto, uno sportellino + piccolo sul coperchio, e si può "impilare" incastrandolo con altri fauna-box... effettivamente non so quanto sarà bello tra un anno....è vero che il vetro e la plastica fanno una figura diversa.

Grazie ancora.

Riccardo.

Link to comment
Share on other sites

Si, è il fauna classico da 10 carte!

 

Voglio dire.... anche le scatole portacibo trasparenti alla Coop vanno benissimo (sai tipo Giò Style...) ma dovendo pensare ad una sistemazione definiva, credo che il vetro sia la soluzione migliore... e se paragoni i costi con i faunabox più grossi, vedrai che a conti fatti non cambia molto e le prestazioni sono molto diverse! Oltre al fatto che l'aspetto estetico è imparagonabile!

 

Matteo

 

PS: non volevo dire di buttare via i faunabox... solo che secondo me sono un po' poco adatti. Per il resto come soluzione di fortuna, li uso anche io. Poi però trasferisco...

 

****ARACNOFILIA****

Link to comment
Share on other sites

Neanche a me sono simpatici i faunabox, dice bene Matteo, si va dal vetraio e sotto col silicone. Se il vetro è proprio sprecato, mi arrangio cercando di autocostruirmi qualcosa ad hoc: per esempio, ho riesumato dei vecchi contenitori per floppy da 5"1/4 e con una piccola elaborazione li ho resi perfetti per la mia piccola colonia di grilli. E vale sempre la pena fare un giro al supermercato, talvolta si trovano delle scatole in plastica eccezionali (dovrai solo mangiarti 2 chili di gelato)! [:)]

 

Ciao

Danilo

Link to comment
Share on other sites

quote:Originally posted by Danilo

 

...[cut]...talvolta si trovano delle scatole in plastica eccezionali (dovrai solo mangiarti 2 chili di gelato)! [:)]


id="quote">id="quote">

 

In qualche caso è bellissimo unire l'utile (mangiare il gelato) al dilettevole (trovare una casetta per le nostre bestiole) [:)][:D][:D][:D][:D]

 

« Il mondo è una prigione dove è preferibile stare in una cella di isolamento »

Link to comment
Share on other sites

Guest Vincenzo

Estetica e prezzo a parte, ho scoperto l'esistenza di un faunabox della ferplast che misura appena 18,2x11,5x14 cm...metro alla mano, è piccolissimo!

 

Quello che vi chiedo è, escludendo sempre i fattori di cui sopra, non è l'ideale per crescere gli spiderlings arboricoli o scavatori/terricoli che siano?

 

Ovviamente per gli arboricoli appoggiato sul lato + piccolo e per i terrestri appoggiato normalmente...

 

Ciao, Vincenzo

Link to comment
Share on other sites

Direi di no,al massimo per esemplari sub adulti,4-5cm legspan,ma per uno sling è enorme,troveresti difficoltà a fargli predare le prede,scusa il gioco di parole,e inoltre le aperture per l'areazione restano grandi,e riuscirebbero a scappare con molta facilità.

per gli slings la soluzione migliore,secondo me,restano i vari barattolini,di plastica,vetro,io utilizzavo i contenitori sterili per le urine,nuovi ovviamente :-))

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use and Privacy Policy.