Jump to content

identificazione ragno


Guest marko74
 Share

Recommended Posts

Guest marko74

Ciao a tutti, sono nuovo anke se é da tempo che osservo il mondo a 8 zampe. Complimenti per questo sito meraviglioso e per le tantissime informazioni che ogni giorno ricevo dai + esperti! Come prima cosa volevo avvisarvi che il mio pc é in dirittura di arrivo (problemi con la skeda grafica) e ogni tanto nn riesco a vedere + cosa scrivo e mi tocca andare a naso. Spero che i miei messaggi si possano leggere, altrimenti fatemi sapere nel forum o x email. Grazie.

Venendo alla cronaca stretta, per così dire, volevo kiedervi aiuto x identificare un ragnetto che ho catturato casualmente oggi pomeriggio e ke, sfogliando attentamente il Jones, non riesco proprio ad identificare. L'ho catturato in un bosco umido a circa 500 m di altezza, a pochi metri da un torrente. Stava penzolando da un piccolo arbusto a circa 120-140 cm dal suolo, intento probabilmente a tessere la tela. All'inzio non ho restato molt attenzione all'animale xké nn sembrava particolarmente interessante viste le piccole dimensioni. Ma un esame appena più approfondito mi ha letteralmente scioccato. Malgrado le piccole dimensio aveva dei cheliceri enormi! Catturato con dei mezzi do fortuna (un pacchetto di fazzoletti vuoto), l'ho trasportato a casa e osservato per diverso tempo con la lente d'ingradimento cercand di inquadrare per lo meno la famiglia, ma niente. Vi do una descrizione il + particolareggiata possibile, anche se nn é molto facile visto che l'animaletto é in continuo movimento.Il ragno é lungo complessivamente 8-9 mm, il corpo sui 5mm ca. L'addome é fondamentalmente marrone chiarro tendente al rossiccio e presenta una banda longitudinale + chiara che scende fino alle filiere (non molto evidenti), ed é attraversato da 3 fasce trasversali di colore grigio scuro (un po' sbiadite in centro) che sembrano essere leggermente in rilievo rispetto alla parte chiara. I lati dell'addome sono + scuri, sul grigio. Il cefalotorace é snesibilmente + piccolo dell'addome, presenta una colorazione nera verso quest ultimo mentre anteriormente é chiazzato di beige.Le zampe, piuttosto piccole, sono essenzialmente marrone chiaro chiazzate di nero (come il cefalotorace) nella parte superiore, mentre sugli ultimi segmenti, osservandolo alla luce, vi sono dei chiari riflessi rossastri. Guardandolo attentamente alla lente si nota una certa villosità delle zampe. Infine mi esprimo sulla parte + interessante di questo ragno: i cheliceri (o almeno, cosi io suppongo visto che non sono riuscito a vedere i pedipalpi). Orbene, essi sono smisuratamente grossi rispetto alla grandezza dell'animali. Un paragone può essere fatto con Atypus, anche se con dimensioni di molto inferiori. Quelli che io suppongo siano cheliceri sono di colore bruno rossastro superiormente (come l'addome grosso modo) mentre in vista frontale appaiono nettamente + chiari e solcati al centro da una evidente fascia rossastra longitudinale. Inoltre osservandolo alla lente si può notare una fitta peluria biancastra ricoprire la parte frontale superiore.

Sarei veramente riconoscente a chiunque possa darmi una mano a risalire alle specie in questione. Spero di essere stato abbastanza chiaro nella descrizione. Posso aggiungere che proprio mentre vi stavo scrivendo il ragno ha tessuto qualche filo di tela e ora se ne sta a testa in giù nella scatolina. Provo a osservarlo meglio ora ke si é calmato un po'.

Ringrazio e saluto tutti!

Marco.

Link to comment
Share on other sites

Guest marko74

Ciao , purtroppo niente. L'unica cosa che potrebbe avvicinarlo al genere Tetragnatha potrebbe essere la posizione delle zampe che sono generalmente aderenti al corpo quando si trova sulla ragnatela. Per il resto niente. Il corpo non é allungato, é ovale come nella maggior parte dei ragni. Ora provo ad allestire un terrario di dimensioni maggiori sperando che si degni di fare una ragnatela così posso avere qualke dato in + x l'identificazione.

Molte grazie per avermi risposto. Se ti venisse in mente qualcosa d'altro nn esitare !

Ciao!

Link to comment
Share on other sites

Guest vesubia

A PiErGy,

non credo, ho appena cancellato in mio messaggio dove proponevo le stesse cose.

Il problema sta nel fatto che ... mancano i cheliceri!!

Ciao, Claudio

Link to comment
Share on other sites

Guest marko74

Ragazzi, forse sono arrivato a riconoscere questo signorino. Ci sono molte probabilità che si tratti di Hyptiotes paradoxus. Ho preso ispirazione dalla tabella per identificazione del Jones (pag 41). Riferendomi alla forma che assume quando appostato sulla tela ho ritenuto probabile che appartenesse alla famiglia degli Uloboridae. In seguito leggendo la descrizione delle due specie descritte mi sono convinto (o quasi) che si tratti dell' Hyptiotes. In mio favore giocano la tonalità del colore (molto variabilee niente a che vedere con l'esemplare fotografato a pag 61), la presenza di tubercoli sull'addome e il fatto che nel maschio i pedipalpi sono straordinariamente grandi ( nn sono cheliceri come supponevo). Anzi, é l'unica specie a non possedere denti veleniferi a quanto ho potuto sapere. Continuerò l'osservazione nei prossimi giorni e visto che si é comodamente installato nel terrario che gli ho messo a disposizione sarà meno problematico.

A questo proposito volevo sapre se qualcuno ha già avuto occasione di tenere questo ragnetto in cattività. Attualmente nella vaschetta da 25x15x15 ho sistemato solo due piante finte da acquario in modo che possa eventualmente costruire la tela. Avete qualche consiglio da darmi? Necessità di un substrato particolare o posso anke lasciarlo spoglio?

Attendo con piacere le vostre considerazioni e vi ringrazio di nuovo per esservi interessati al mio "caso"!!! :-)))

 

Ciao a tutti!

Marco

Link to comment
Share on other sites

Guest vesubia

Caro Marko74,

non c'è di che, per noi è un piacere interessarci dei "casi" altrui ;-))

Se sei di fronte a un Hyptiotes (o come dicono altri Uptiotes) ti basterà vedere cone il ragno "tiene" la tela: D. Jones pg. 41.

Tienci informati. Per il resto (allevamento, ecc.) non ti so dire niente.

Ciao, Claudio

Link to comment
Share on other sites

Condivido... sono al mio paesello, privo di Roberts e Jones, quindi "nudo"... mi aggrego al pensiero di Ilic e mi limito ad ammirare.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use and Privacy Policy.