Jump to content
Antonio Pareto

Campomorone (GE) - Aterigena sp.

Recommended Posts

Data: 4/8/2020 - 15:00
Luogo: Campomorone (GE)
Posizione/Micro-habitat: lungo un sentiero boschivo, su una tela estesa oltre 40 cm tra il fogliame.
Dimensione corpo: Grande (oltre 20mm)

Trovato lungo un sentiero boschivo, su una tela estesa oltre 40 cm tra il fogliame, zona ombrosa con chiazze di sole. Si è lasciato fotografare da vicino e anche toccandolo è rimasto fermo finchè  è fuggito velocemente dall'altra parte del sentiero. lungo 20 mm circa di corpo.

2020_08_04-19_57_57_a74aa.jpg

2020_08_04-19_58_48_779c1.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 hour ago, Antonio Pareto said:

Aggiungo che a me sembra della famiglia Agelenidae ma non riesco a ritrovare un esemplare identico.

Allora siamo sulla stessa barca 😁.

Il pattern del prosoma  mi ha fatto pensare a Eratigena agrestis, in particolare l'orlatura laterale sottile e ininterrotta. Il pattern dell'opistosoma però non mi pare che corrisponda. Le foto di altre specie italiane di Eratigena che sono riuscito a trovare mi convincono ancora meno,  quindi è probabile che il genere non sia quello, anche se le zampe mi sembrano più da Eratigena sp. che da Tegenaria sp.

Altri generi non li ho considerati.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io stavo pensando ad Agelena Labyrinthica ma guardando meglio all'esemplare in foto mancano le macchie nere sulle zampe e il pattern sull'opistosoma è leggermente diverso dato che inizia con una fascia centrale scura e poi prosegue con due laterali. Invece in A. Labyrinthica ci sono solo due fasce laterali. 

Hai fatto caso se da qualche parte della tela, in genere quella più all'ombra e nascosta dal fogliame,  ci fosse la classica forma a imbuto tipica di questo genere di ragni? 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma Aterigena sp.? In particolare ho confrontato le tue foto con altre di A. Ligurica ed A. Aliquoi.
Non riesco proprio a distinguere tra le due specie ma finora sono quelle che sono riuscito a trovare con il disegno su prosoma e opistosoma più simili all'esemplare che hai fotografato.
Ora smetto di sparare nomi a caso e vediamo se qualche esperto risponde. 😅

Share this post


Link to post
Share on other sites
12 minutes ago, Met0 said:

Ora smetto di sparare nomi a caso e vediamo se qualche esperto risponde

Aterigena sp. non mi sembra affatto un'ipotesi peregrina, anzi, dopo aver visto qualche foto,  direi quasi che è più convincente di Agelena labyrinthica.

Comunque ti ringrazio di avermi fatto conoscere un genere di cui ignoravo perfino l'esistenza 🙂.

Share this post


Link to post
Share on other sites
15 minuti fa, Paolo Soldani ha scritto:

Aterigena sp. non mi sembra affatto un'ipotesi peregrina, anzi, dopo aver visto qualche foto,  direi quasi che è più convincente di Agelena labyrinthica.

Comunque ti ringrazio di avermi fatto conoscere un genere di cui ignoravo perfino l'esistenza 🙂.

Pensa che l'ho scoperto anche io oggi cercando foto da confrontare con quelle postate da Antonio. 

Ho trovato un paper del 2010 che mostrava il pattern dell'opistosoma di A. Ligurica e da lì ho approfondito. Tra l'altro A. Aliquoi dovrebbe essere una specie endemica della Sicilia, quindi in teoria sarebbe da escludere. Ora sono proprio curioso di sentire il parere di un esperto che magari potrà darci delucidazioni sulle differenze tra le due specie che a occhio non riesco proprio ad identificare. Poi andrà a finire che non hanno nulla a che fare con l'esemplare qui sopra... almeno abbiamo imparato qualcosa di nuovo. 😀

Share this post


Link to post
Share on other sites
22 minutes ago, Met0 said:

Ora sono proprio curioso di sentire il parere di un esperto che magari potrà darci delucidazioni sulle differenze tra le due specie che a occhio non riesco proprio ad identificare. Poi andrà a finire che non hanno nulla a che fare con l'esemplare qui sopra... almeno abbiamo imparato qualcosa di nuovo. 😀

Parole sante! Per curiosità, il saggio a cui ti riferisci è questo?

https://www.conservation.unibas.ch/team/alumni/pdf/bolzern2010joa.pdf

Perché se è proprio questo, ci sarebbe un altro genus da tirare in ballo.. 😆

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 minuti fa, Paolo Soldani ha scritto:

Parole sante! Per curiosità, il saggio a cui ti riferisci è questo?

https://www.conservation.unibas.ch/team/alumni/pdf/bolzern2010joa.pdf

Perché se è proprio questo, ci sarebbe un'altro genus da tirare in ballo.. 😆

Sì, proprio quello. Nella sesta pagina ci sono delle immagini e la n.6 è l'opistosoma di un A. Ligurica maschio. Sembrava proprio quello che stavo cercando e da lì ho proseguito.

Share this post


Link to post
Share on other sites

In effetti con lo A.Ligurica maschio sembra proprio esserci avvicinati ma il più somigliante è A. Aliquoi anche se è dovrebbe essere endemico della sicilia. http://www.amatafoto.it/aterigena-aliquoi--brignoli,-1971-.html  Non sarebbe poi strano (parlo da profano) che qualche esemplare sia stato accidentalmente portato in liguria e che si sia adattato al posto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Antonio Pareto ha scritto:

In effetti con lo A.Ligurica maschio sembra proprio esserci avvicinati ma il più somigliante è A. Aliquoi anche se è dovrebbe essere endemico della sicilia. http://www.amatafoto.it/aterigena-aliquoi--brignoli,-1971-.html  Non sarebbe poi strano (parlo da profano) che qualche esemplare sia stato accidentalmente portato in liguria e che si sia adattato al posto.

Non sarebbe impossibile... ma altamente improbabile.
Io per quanto mi sia sforzato di osservare le foto delle due specie non sono riuscito a notare alcuna differenza, ma parlo da profano anche io. Può darsi che abbiano differenze notabili confrontando il ventre o addirittura solo al microscopio. Forse sul paper postato sopra c'è qualcosa. Dovrei dargli un'occhiata più approfondita. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
13 minutes ago, Met0 said:

Può darsi che abbiano differenze notabili confrontando il ventre o addirittura solo al microscopio.

Confermo, copio e incollo:

"A. ligurica can be separated from all other species of the genus by the presence of the well-visible copulatory openings anteriorly on the epigynal atrium (absent in A. aliquoi, A. soriculata and A. aspromontensis n. sp.)"

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Antonio Pareto ha scritto:

Tu hai linkato A. Aliquoi.
Questo è un maschio di A. Ligurica https://wiki.arages.de/index.php?title=Aterigena_ligurica#/media/Datei:Aterigena-ligurica_Alpen-Ceriale_14-09_02-male.jpg

Prova a metterle a confronto... a parte la banda centrale sull'opistosoma un po' più sbiadita nella foto di A. Ligurica e i toni differenti di colore non vedo differenze critiche. Tra l'altro potrebbero essere semplicemente dovute all'illuminazione o alle caratteristiche della fotocamera.

11 minuti fa, Paolo Soldani ha scritto:

Confermo, copio e incollo:

"A. ligurica can be separated from all other species of the genus by the presence of the well-visible copulatory openings anteriorly on the epigynal atrium (absent in A. aliquoi, A. soriculata and A. aspromontensis n. sp.)"

Esatto. Lo stavo leggendo anche io. Invece per quanto riguarda gli esemplari maschi delle due specie bisogna confrontare i rapporti di misura tra le struttrue che compongono varie parti del corpo tra le quali quali zampe e pedipalpi.
Comunque questo lo leggiamo su un solo paper. Magari chi è di mestiere saprà dirci di più.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.