Jump to content

Recommended Posts

Purtroppo non ho avuto tempo per osservare il processo di cattura. Posso solo dire che la lucertolina aveva una zampa ormai paralizzata e che probabilmente il ragno stava aspettando di rigenerare il veleno per iniettarlo nella vittima. Aggiungo che quella zampa era ben legata alla tela. E' condivisibile questa interpretazione?

2019_08_16-20_05_04_ea4e4.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Molto interessante!

Credo che la lucertola morirà. Se il veleno è in circolo, dovrebbe arrivare a paralizzarla completamente.

Sicuro che il ragno sia proprio del genere Steatoda?

Puoi aggiungere ulteriori dettagli e seguire l'evolversi della vicenda?

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quindi ragni così piccoli non disdegnano persino le lucertole? Ma soprattutto riescono davvero a cibarsene? Fossero dotati di cheliceri da Dysdera magari sì... oppure il veleno di suo ha un effetto necrotico nel tempo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Avevo posto la disussione anche su fb. Vedi sopra. Poichè la tela era posta davanti ad una statua di una madonnina e sarebbe stata rimossa, io e il mio amico abbiamo controllato lo stato della lucertola e poi l'abbiamo lasciata andare, tutta traballante. A parer mio per ucciderla sarebbero servite più dosi di veleno, almeno per il genere steodata.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 19/8/2019 at 14:19, Paolina ha scritto:

Ma soprattutto riescono davvero a cibarsene?

Le P. tepidarorium non saprei, però ad esempio S. triangulosa si ciba di onischi riuscendo a succhiare l'interno dell'animale, se non sbaglio proprio perché il veleno riesce a sciogliere i tessuti interni.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sì. Tutti i Theridiidae, come anche i Pholcidae e molte altre famiglie, succhiano le prede lasciandole intere. Fanno penetrare all'interno un liquido ricco di enzimi che sciolgono i tessuti. Certo, questo procedimento funziona meglio se la preda ha un esoscheletro che fa da contenitore, ma immagino che anche i tessuti di un vertebrato si sciolgano e diventino succhiabili. Non si tratta di necrotizzazione in senso stretto, ma di digestione esterna.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.