Jump to content
Funky94

Sling : Chilobrachys sp.blue vietnam

Recommended Posts

2019_05_13-15_46_59_a8abf.jpg

Salve...volevo sapere un paio di info che non mi erano chiare...

Come nebulizzo lo sling all interno di sta scatolina (ho lo spray ma con un getto prende tutto..altri mi consigliano mezzo bicchiere d acqua) E quante volte al giorno ?  Ogni quanto nutro la mia piccola ? Mi hanno consigliato una volta ogni 10 gg però leggo di persone che dicono anche due volte alla settimana ...

In un futuro in via definitiva una teca da 20cmx25 andrebbe bene per lei ? La futura teca andrebbe riempita tutta di terra ? (Ho visto screenshot di persone che riempiono il fondo e verso la parte anteriore la terra va a diminuire..)

 

 

Edited by Funky94
Dimenticato Foto...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao, cerco di risponderti per punti:

Umidità:
Posto che quello che ti è stato venduto come Chilobrachys sp. "blue Vietnam" altro non dovrebbe essere che Chilobrachys dyscolus (sta alla bontà del venditore però, qualche foto quando sarà cresciuta di più potrà servire), non necessità di un estremo tasso di umidità (per intenderci intorno al 90%), ma il valore può benissimo stare attorno al medio-alto (60 - 80 %).

Ora c'è un problema di fondo: lo sling si trova in un contenitore adeguato alle sue dimensioni (e quindi piccolo) e sarebbe difficile riuscire a misurare il tasso di umidità all'interno (si dovrebbe avere poi un igrometro, con criticità che avrai sicuramente già letto qui: http://www.aracnofilia.org/i-ragni-esotici/lallevamento/), per cui puntare alla precisione di questi valori sarebbe faticoso (e inutile!).

Non hai detto se scaldi o meno l'esemplare e come. Questo incide molto sull'umidità che si crea all'interno del contenitore (es. terra molto bagnata + tanto calore = moltissima umidità) ed anche in base a questo bisognerà tenere il sub strato più o meno bagnato.
Per queste specie, generalmente, è più che sufficiente mantenere umido 3/4 del sub strato circa.

L'acqua potrai, senza nebulizzare, inserirla direttamente con un contagocce anziché con una siringa (un cucchiaino, a te la scelta).
Ogni quanto: ogni quanto c'è ne bisogno. Quando inizierai a vedere che la terra si sta "asciugando" aggiungerai quanto basta di acqua.
Ogni quanto la terra si asciuga? be, dipenderà da dove tieni l'esemplare, dalla temperatura e dall'umidità della stanza e non ultimo da quanta areazione ha il contenitore. Certamente non ci sarà bisogno di aggiungere acqua tutti i giorni.

Non so chi ti abbia consigliato di inserire in quel contenitore mezzo bicchiere d'acqua addirittura più volte al giorno, ma ricorda che non sono artropodi acquatici :D

Alimentazione:
Dipende dal tipo di prede e dalla dimensione delle stesse. Da tenere sempre in conto dev'essere la dimensione dell'opistosoma. Questo non deve mai apparire né appiattito e raggrinzito né tanto meno eccessivamente gonfio e a forma di uovo.
Per la frequenza essendo ancora uno sling entrambe le indicazioni posso andare bene, ma fai sempre attenzione a non esagerare. Essendo specie molto voraci c'è il rischio di farle diventare obese. Ricorda che sono animali a lento metabolismo e che possono affrontare anche lunghi periodi di digiuno.
La sovra-alimentazione come la denutrizione sono deleterie.

Infine come avviene per la temperatura, più alta è la frequenza dei pasti maggiore sarà la velocità di crescita dell'esemplare (su larga sala ovviamente), e questo comporterà anche un accorciamento della vita dello stesso.
Non si deve aver fretta in questi casi :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi scuso in anticipo per l altro topic ma mi era arrivato il tuo commento e pensavo fosse su questo quindi ho risposto poi ho tentato di cancellare ma nulla xD 

L esemplare non lo scaldo date le temperature che ci sono , se fa quel minimo di freddo alzo il calorifero a 3... in tal caso la scatolina la tengo su uno scaffale a cubo (quindi coperto ai lati sotto è aperto sopra) a muro 

per l alimentazione ho preso da suggerimento migliore l allevatore (ogni 10gg) di fatti mercoledì prossimo lo cibero nuovamente 

per darli da bere uso il classico spruzzino con la punta da nebulizzatore e tengo toh premuto un secondo puntandolo vicino alle ragnatele (bagno solo quelle)

per controllare l umidità vado ad occhio ...oddio non proprio così..diciamo che avendo gli igrometri nei terrari e tenendo specie tropicali (ove l umidità minima è molto alta) so più o meno quanto tenere premuto il pulsante dello spray 

 

ps : riguardo al futuro terrario un 20x25 andrebbe bene ? 

Share this post


Link to post
Share on other sites

20x25 è bidimensionale, non direi che ci starebbe bene :lol:

Si, in ogni caso un 20x20x25 quando crescerà andrà bene per un bel po. Ovviamente si, il sub-strato dovrà essere alto abbastanza.

Ma c'è tempo prima della "stabulazione definitiva".

Share this post


Link to post
Share on other sites
Adesso, MattiaPof ha scritto:

20x25 è bidimensionale, non direi che ci starebbe bene :lol:

Si, in ogni caso un 20x20x25 quando crescerà andrà bene per un bel po. Ovviamente si, il sub-strato dovrà essere alto abbastanza.

Ma c'è tempo prima della "stabulazione definitiva".

Si pardon per dimensione intendevo 20x20x25 , un bel po in senso che non sarebbe una teca in via definitiva ? Troppo Piccola ? Per la sua specie quanto andrebbe fatta quella in via definitiva ? (E che ho tanto Plexiglass ..circa 5m h x 4 l e mi piace costruire,quindi volevo portarmi avanti)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.