Jump to content
mina99

Pandinus imperator e legge 213/2003: non ho capito

Recommended Posts

Avevo aperto questa discussione nel mercatino, ma giustamente mi è stato consigliato di porre la questione qui. Sarò breve, premettendo che ho letto le varie discussioni sull'argomento e ancora non ho capito: stavo cercando un P. imperator. È in CITES, okay, ma è anche considerato "pericoloso" dalla legge 213/2003? Insomma, si può comprare o no?

Grazie a chiunque risponderà :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

come avrai sicuramente letto in questa fondamentale nostra pagina web https://www.aracnofilia.org/chi-siamo/la-legge-213-2003-sugli-aracnidi-altamente-pericolosi/

La situazione legislativa è un po complicata in Italia a causa della legge priva di una lista di aracnidi pericolosi.
Ti faccio un breve riepilogo e spero avrai voglia di ragiornare un po su queste mie parole.

  • La legge 213 vieta gli aracnidi mortali o invalidanti per l'uomo.
  • Quindi un aracnide non pericoloso per l'uomo in teoria non è vietato. 
  • Pandinus imperator non è uno scorpione pericoloso per l'uomo, dato che in letteratura scientifica il veleno di questo animale non ha mai causato conseguenze gravi su uomini adulti e bambini.
  • Quindi si potrebbe dire che non è vietato.

Ma, e qui cade l'asino, non essendo presente nella legge un criterio con cui riconoscere aracnidi pericolosi e aracnidi non pericolosi, un operatore dei carabinieri forestali, nel dubbio, potrebbe effettuare un verbale di sequestro preventivo e portare la tua potenziale violazione della legge in tribunale. Tu, per dimostrare che Pandinus imperator non rientra nel divieto di legge, e quindi dimostrare la tua innocenza, dovresti mettere un avvocato e chiamare un perito di parte che attesti e dimostri scientificamente che questa specie non rientra tra gli aracnidi mortali e invalidanti per l'uomo. Tutto questo avrebbe ovviamente un costo molto alto, ovvero ogni appassionato deve considerare questo potenziale rischio di finire in tribunale e dover spendere 2000-3000€ di avvocato e perito.

Sono capitati svariati casi nel corso degli anni. E questa incertezza ha fatto si che non in tutte le fiere vengono ammessi aracnidi, appunto perche gli organizzatori non vogliono rischiare oppure perchè gli operatori forestali di quella determinata zona non lo permettono.

Alla tua domanda quindi non c'è una risposta precisa. E la legge non vale solo per lo scorpione ma anche per la Lasiodora parahybana che già detieni.

Se le domande sono invece:

E' pericoloso Pandinus imperator? Risposta: NO

Posso comprarlo? Risposta: se trovi chi lo vende, SI. Come molti comprano e vendono stupefacenti anche se non sarebbe permesso.

E' una specie che si può detenere liberamente? Risposta: In teoria SI ma in pratica NO perché questo dipende dalla propensione degli operatori forestali a fare il verbale di sequestro, ovvero da come ogni nucleo forestale ha deciso di interpretare la legge. Vedo che tu sei di Como e, ad esempio, il nucleo CITES della Lombardia ha scelto di interpretare la legge vietando qualsiasi aracnide, indipendentemente dalla sua pericolosità. Quindi la forestale della lombardia non ammette che vengano detenuti, comprati e venduti aracnidi.

Spero che la cosa sia più chiara. ;)

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie infinite! Ora mi è più chiaro... Che brutta situazione.

21 minuti fa, 00xyz00 ha scritto:

Ma, e qui cade l'asino, non essendo presente nella legge un criterio con cui riconoscere aracnidi pericolosi e aracnidi non pericolosi, un operatore dei carabinieri forestali, nel dubbio, potrebbe effettuare un verbale di sequestro preventivo e portare la tua potenziale violazione della legge in tribunale. Tu, per dimostrare che Pandinus imperator non rientra nel divieto di legge, e quindi dimostrare la tua innocenza, dovresti mettere un avvocato e chiamare un perito di parte che attesti e dimostri scientificamente che questa specie non rientra tra gli aracnidi mortali e invalidanti per l'uomo. Tutto questo avrebbe ovviamente un costo molto alto, ovvero ogni appassionato deve considerare questo potenziale rischio di finire in tribunale e dover spendere 2000-3000€ di avvocato e perito.

Sono capitati svariati casi nel corso degli anni.

Questa situazione si applica anche alle migali, suppongo. Nella mia ignoranza, lo ammetto, fino a qualche giorno non ne avevo minimamente idea... Le schede di allevamento le cerco sempre su internet, ma per le situazioni legislative normalmente ripongo la fiducia nel venditore (anche perché non ci capisco granché). Mi fa strano, perché ne ho visti spesso di aracnidi in fiere lombarde, e ne conosco eccome di gente che ne detiene; ed è proprio a Erba che mi sono procurato la mia migale: non una parola su questa questione. È quasi comico...

Ma quindi un poveretto che ha un aracnide in CITES, lo dovrebbe denunciare? Immagino non ci sia una risposta xD Che gran casino...

28 minuti fa, 00xyz00 ha scritto:

Quindi la forestale della lombardia non ammette che vengano detenuti, comprati e venduti aracnidi.

Questa è una curiosità più che altro: sono comprese anche specie nostrane allevate?

Grazie ancora! Gentilissimo^^

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come ha già detto bene Carlo, Pandinus imperator non è una specie pericolosa, in quanto produce un veleno di scarsa potenza.

Conosco delle persone che sono state punte e non hanno avuto gravi conseguenze, a parte un dolore urente nei minuti successivi alla puntura. Una volta sono stato "punto" da un esemplare morto. Stavo avvitando un barattolo con forza e non mi ero accorto che un telson era rimasto fuori. L'intero aculeo mi si è piantato nel polpastrello del pollice e non è stato piacevole. E' uscito un po' di sangue e ha fatto male lì per lì, all'incirca come una spina di una rosa o di una palma.

Sinceramente non conoscevo la linea ufficiale del nucelo CITES della Lombardia.

Trovo veramente insensato che da una regione all'altra possano esserci interpretazioni diverse. Neanche fossimo uno stato federale!

Detto tutto ciò, a parte un allevatore campano che frequenta questo Forum e che potrebbe essere la tua unica possibilità, non sarà per niente facile trovare degli esemplari in vendita. Sono quasi scomparsi dal mercato già da anni e da qualche tempo anche Pandinoides cavimanus è diventato rarissimo, mentre fino ad un paio di anni fa venivano venduti a secchiate intere a poco prezzo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie mille^^ 

12 minuti fa, Kaiser Scorpion ha scritto:

E' uscito un po' di sangue e ha fatto male lì per lì, all'incirca come una spina di una rosa o di una palma.

Interessante... Nessun dolore per il veleno? Ho letto che dovrebbe causare sensazioni simili alla puntura di vespa.

13 minuti fa, Kaiser Scorpion ha scritto:

Sinceramente non conoscevo la linea ufficiale del nucelo CITES della Lombardia.

Trovo veramente insensato che da una regione all'altra possano esserci interpretazioni diverse. Neanche fossimo uno stato federale!

Non dirlo a me xD Sono sconsolato

14 minuti fa, Kaiser Scorpion ha scritto:

Detto tutto ciò, a parte un allevatore campano che frequenta questo Forum e che potrebbe essere la tua unica possibilità, non sarà per niente facile trovare degli esemplari in vendita. Sono quasi scomparsi dal mercato già da anni

A questo punto aspetto... Peccato però. Ci ripenserò tra qualche anno T-T

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, mina99 ha scritto:

Questa situazione si applica anche alle migali, suppongo.

Ovviamente. Si applica alle migali, agli scorpioni, ai ragni casalinghi, agli acari, alle zecche.... sono tutti aracnidi!

 

1 ora fa, mina99 ha scritto:

fino a qualche giorno non ne avevo minimamente idea

Molto male. Bisogna sempre informarsi bene sulle cose. Sopratutto su quelle per cui si rischia...

1 ora fa, mina99 ha scritto:

Mi fa strano, perché ne ho visti spesso di aracnidi in fiere lombarde, e ne conosco eccome di gente che ne detiene

Che c'è di strano? Io conosco gente che sniffa cocaina, gente che ruba l'uva nella vigna degli altri e gente che gira in auto con il motore truccato. Questo non significa che sono in regola.

Se hai visto ragni e scorpioni alle fiere lombarde negli ultimi anni, di certo erano sottobanco, o comunque non ufficializzati. Infatti la forestale della lombardia non ha mai dato permessi o assensi per questi animali. Ne è una prova quello che è successo questo fine settimana.

Diversamente in altre regioni, i nuclei forestali hanno dialogato con noi dell'Associazione e si sono convinti a utilizzare sul campo la nostra relazione tecnica sugli aracnidi altamente pericolosi e la nostra Lista. Di conseguenza in alcune zone è possibile essere più tranquilli e si svolgono delle fiere in cui gli aracnidi (non pericolosi) sono ammessi all'esposizione e alla vendita.

1 ora fa, mina99 ha scritto:

ed è proprio a Erba che mi sono procurato la mia migale

Vedi sopra. Un conto è che ci sia un venditore che tira fuori dallo scatolone di polistirolo qualche scatola di ragni o scorpioni da vendere senza che nessuno controlli. Un altro conto, molto ben diverso, è che l'organo preposto alla sorveglianza su questa materia abbia dato il suo ok. ;) Va tutto bene finchè non fanno un controllo a sorpresa....

1 ora fa, mina99 ha scritto:

Ma quindi un poveretto che ha un aracnide in CITES, lo dovrebbe denunciare?

Gli esemplari in cites allegato B non vanno denunciati, a meno che a livello comunale, o regionale, venga imposto tale obbligo. Non so se in lombardia c'è l'obbligo, penso di no. Per essere in regola ai fini cites è sufficiente avere un certificato di cessione /vendita oppure, se esemplare direttamente importato da extra UE, il numero identificativo CITES. Leggi qui per approfondimenti, la legge non ammette ignoranza 

 

1 ora fa, mina99 ha scritto:

Questa è una curiosità più che altro: sono comprese anche specie nostrane allevate?

Sembra impossibile ma la legge 213/2003 non specifica. La definizione "aracnidi altamente pericolosi" si riferisce a qualsiasi aracnide, locale o tropicale.

In generale comunque @mina99 ti consiglio due cose: 

- informarsi sempre bene sulle cose, in qualsiasi ambito, soprattutto se c'è il rischio di trovarsi con qualche grosso casino giudiziario.

- abbandonare la superficialità dei social, in cui gli argomenti non vengono mai sviscerati con attenzione  e dove chiunque, anche chi non sa niente, può dare i suoi pareri e farli sembrare attendibili. Se vuoi imparare scegli sempre libri, articoli scientifici, specialisti e persone veramente qualificate. ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 ore fa, 00xyz00 ha scritto:

Ovviamente. Si applica alle migali, agli scorpioni, ai ragni casalinghi, agli acari, alle zecche.... sono tutti aracnidi!

Effettivamente non fa una grinza xD

10 ore fa, 00xyz00 ha scritto:

Che c'è di strano? Io conosco gente che sniffa cocaina, gente che ruba l'uva nella vigna degli altri e gente che gira in auto con il motore truccato. Questo non significa che sono in regola.

Se hai visto ragni e scorpioni alle fiere lombarde negli ultimi anni, di certo erano sottobanco, o comunque non ufficializzati.

Sono d'accordo, ma quello che mi fa strano è che era tutto alla luce del giorno, niente mi ha fatto pensare a una situazione di illegalità.

Grazie ancora infinite. Sempre preso da questioni di carattere naturalistico e problematiche "pratiche" di terraristica, non ci avevo neanche pensato alla legislazione (grave errore, ne prendo atto). A essere onesto non mi piace per niente questa situazione; ma che posso fare? Continuo a prendermi cura come meglio posso della migale - anche se non si potrebbe :D - e pazienza.

10 ore fa, 00xyz00 ha scritto:

In generale comunque @mina99 ti consiglio due cose: 

- informarsi sempre bene sulle cose, in qualsiasi ambito, soprattutto se c'è il rischio di trovarsi con qualche grosso casino giudiziario.

- abbandonare la superficialità dei social, in cui gli argomenti non vengono mai sviscerati con attenzione  e dove chiunque, anche chi non sa niente, può dare i suoi pareri e farli sembrare attendibili. Se vuoi imparare scegli sempre libri, articoli scientifici, specialisti e persone veramente qualificate. ;)

Concordo pienamente con te. Ci sto provando a informarmi in modo corretto, anche grazie al mio corso di studi; ancora sono al primo anno, e l'esame di "politica e legislazione ambientale" è al quinto. Lo so, non è per niente una scusa alla mia ignoranza, quanto piuttosto una spiegazione.

Starò molto più attento, da ora in poi. Mi hai aiutato parecchio, ti ringrazio :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, mina99 ha scritto:

Sono d'accordo, ma quello che mi fa strano è che era tutto alla luce del giorno, niente mi ha fatto pensare a una situazione di illegalità.

Beh, ribadisco che non per questo la situazione è tranquilla. 

Attenzione, non stiamo mica parlando di possibilità di andare in carcere o di vedersi preclusa la vita futura. Quindi, come per molti piccoli divieti la gran parte delle persone ci passa sopra e fa finta di niente. Le cinture di sicurezza in auto, i caschi sul motorino, accendere fuochi in campagna quando non ammessi, tenere in recinto la fauna selvatica autoctona, affitto di camere o appartamenti in nero.... tutte cose che la gente fa sebbene siano vietate!! 

E così ci sono venditori che vendono senza informare l'acquirente di queste problematiche, e ci sono gruppi di persone che per alimentare il businness pubblicizzano la loro attività e invitano a usare mercatini e a controllare le loro liste di vendita, camuffando tutto da "passione". Se non incassassero la loro passione sarebbe molto ridotta, fidati. Visti tanti negli anni. 

Il fatto è che la legge 213 rientra nel penale e, in caso di condanna, oltre agli oneri economici di avvocato e di sanzione, il malcapitato si troverebbe con un reato penale al casellario giudiziale e quindi la difficoltà o impossibilità di accedere a certi lavori o a fare concorsi pubblici. Quindi, insomma, per quanto possa essere considerata remota la possibilità di incorrere in questa estrema situazione, è una possibilità che l'allevatore deve tenere ben in conto e informarsi molto bene a riguardo. Dopodichè potrà prendere la sua decisione: lasciar perdere o assumersi il rischio.

3 ore fa, mina99 ha scritto:

preso da questioni di carattere naturalistico

Di che ti occupi? Ci piacerebbe sapere quali questioni naturalistiche ti tengono impegnato. Qui oltre a ragnari, aracnofili, siamo tutti dall'animo naturalista.

3 ore fa, mina99 ha scritto:

ma che posso fare?

Niente. La problematica è fuori dalle possibilità risolutive di singole persone. Noi, come Associazione di lungo corso, facciamo molta fatica a interfacciarci con le autorità benchè siamo in costante work in progress. Figuriamoci quindi un privato.

;)

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, 00xyz00 ha scritto:

Di che ti occupi? Ci piacerebbe sapere quali questioni naturalistiche ti tengono impegnato. Qui oltre a ragnari, aracnofili, siamo tutti dall'animo naturalista.

Di niente, sono ancora uno studente, un signor nessuno xD Intendevo dire che quando mi avvicinavo a una nuova specie, ciò di cui mi interessavo erano esclusivamente caratteristiche e comportamento dell'animale in natura e metodi per tenerlo al meglio in terrario^^

Grazie ancora, comunque... Le tue parole sono veramente illuminanti :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
On 4/8/2019 at 8:14 PM, mina99 said:

Grazie mille^^ 

Interessante... Nessun dolore per il veleno? Ho letto che dovrebbe causare sensazioni simili alla puntura di vespa.

 

Come detto, l'esemplare era già morto (da anni) quindi niente veleno.

Fa solo male l'aculeo piantato nella carne. Affonda facilmente...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.