Vai al contenuto
Nortas

Poecilotheria metallica - Setup terrario da zero

Recommended Posts

Buonasera a tutti,

mi accingo ad intraprendere la mia prima esperienza con un arboricolo dopo avere vissuto con molta soddisfazione la mia prima esperienza in assoluto con una Brachypelma albopilosum negli anni 90 e la mia attuale Brachypelma smithi che sta venendo su bene.

Come primo arboricolo ho deciso di avventurarmi con la
Poecilotheria metallica della quale l'allevamento, ho letto in giro, non è proprio semplicissimo.
Sinceramente dopo essermi documentato non ho ben capito quali possano essere le difficoltà se non che è un aracnide leggermente più aggressivo delle Brachypelma.

 

Detto questo mi ritrovo qui a chiedervi consiglio su quello che sarà il suo terrario. Essendo un'arboricolo ho provveduto ad acquistarne uno più alto che largo (30X30X45). Se vi serve una foto o il modello per capire bene come sia areato ecc ve la posto.

Ora mi trovo a doverlo accessoriare di tutto il necessario e sinceramente non ho un'idea chiara di come fare.

Cercando sul forum ho trovato alcune discussioni a riguardo ma sempre richiedenti chiarimenti mentre io vorrei proprio un aiuto da zero (a partire da quale/quanto substrato usare sino alle dimensioni/quantità di piante/cortecce/pietre e quant'altro) in modo da rendere l'habitat per il nuovo arrivato il più confortevole possibile. Umidità e temperature le ho lette un po' in giro ma visto che ci siamo se volete aggiungere anche queste e altre info è tutto bene accetto.

 

Vi ringrazio per l'aiuto che potrete darmi.

Ps: L'esemplare me lo portano domani e da quanto mi hanno detto è un giovane adulto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per substrato, pietre, filosofia del "rifugio/tana" vale quanto detto nelle discussioni che avevi trovato nel forum.

 

Piante vere te le sconsiglio perché ci sarebbero troppi parametri in più da seguire.

 

Per quanto riguarda la disposizione delle cose nel terrario fai qualche prova e se vuoi posta le foto così due dritte te le riusciamo a dare. Tieni conto di non invadere tutto lo spazio ma lasciati spazio di manovra per poter eseguire agevolmente la manutenzione e le normali operazioni di pulizia e rimozione resti di cibo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buonasera a tutti,

dopo 1 mese di "custodia" dell'aracnide posso dire che non ci siamo proprio...
Il ragno sta costantemente nell'angolo superiore della teca e nutrirlo è pressocchè impossibile.

Vi spiego come ho strutturato la teca:

  • > Dimensioni base 30x30 cm
  • > Altezza 45 cm
  • > interno con substrato di corteccia preso in negozio (non trovo torba acida di sfagno, credo la comprerò online)
  • > un tronchetto posizionato in verticale
  • > fogliame artificale rampicante
  • > un pezzo di corteccia posizionato sul terreno con forma "a grotta"
  • > vaschetta acqua
  • > la teca ha il coperchio traspirante con griglia a maglie molto fine (sto cercando di mantenerla umida nebulizzando acqua ogni tanto)

Qualche consiglio? Entro domani allego delle foto.
Ho paura che muoia d'inedia...
Grazie a tutti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao, io possiedo migali solo da 1 mese, pertanto aspetta anche la risposta di utenti più esperti di me, tuttavia, dovendomi arrivare un arboricolo prossimamente, posso dirti quello che mi pare non vada nel setup; la teca 30x30x45 a mio avviso è troppo grande, una 20x20x40 sarebbe stata più che sufficiente, ambienti troppo grandi tendono a disorientare animali che sono abituati a vivere in poco spazio, la presa d'aria solo superiore è un altro difetto di quella teca, dato che servirebbero prese d'aria sfalsate per un ottimale ricircolo d'aria, in quanto se la specie lo prevede aiuta a mantenere l'umidità evitando ristagno, altra considerazione con gli arboricoli è assolutamente consigliato un'apertura "a ghigliottina" nella parte frontale del terrario e non nella parte superiore, visto che tendono a vivere e a scappare nella parte alta, vista la specie che detieni, particolarmente veloce e con uno dei veleni più attivi, io non riuscirei ad aprire tanto a cuor leggero lo sportellino superiore :) il substrato con gli arboricoli non è un grosso problema, ne basta poco 5-7 cm e anche se non hai usato torba, l'importante è che ti ricordi di tenerlo pulito, la grotta sul suolo per me puoi anche toglierla visto che appunto dovrebbe vivere nella sua tana "sospesa" inoltre sarebbe utile conoscere temperatura e umidità per capire se la stabulazione è ottimale o no, hai igrometro e termometro dentro la teca? Il primo è importantissimo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

No i problemi non sono probabilmente quelli che hai detto tu. :)

 

Quando ci si approccia con animali tropicali la quantità del substrato è sempre importante. Tanto substrato significa più stabilità, quindi dire che è troppo è sempre sbagliato :) Magari sarebbe opportuno specificare rispetto alle condizioni del terrario e della sua ventilazione. Se non c'è ventilazione allora il troppo è un problema.

 

Ricordiamoci inoltre che stiamo parlando di migali da un metabolismo lento, un mese o due non sono niente nelle loro scale tipiche.

 

La cosa migliore è postare una foto del terrario per capire.

 

Secondo, nel primo messaggio hai scritto che è un giovane adulto... ma è maschio?

 

Il fatto che non accetti cibo potrebbe anche essere un problema di cibo... (magari mangia blatte e non grilli...o viceversa molto più probabile)

 

Attendiamo foto :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Piccola precisazione. Le dimensioni del terrario sono sbagliate se il terrario è troppo piccolo. Se invece è "troppo grande" rispetto a misure consigliate diventa solo più problematica la gestione per alcuni punti di vista (ma nulla di impossibile) e più facile per altri (per esempio lo spazio di manovra).

 

Riallacciandomi al discorso giusto di Gabri, il substrato è sempre la riserva di umidità e in quanto tale va in quantità giusta rispetto al setup (ventilazione, altezza utile, grandezza del terrario, tipo di specie ecc).

In un discorso di spazi limitati come un terrario e più in generale la stanza dove si tengono i terrari, si tende ad evitare spessori di substrato superflui rispetto alla loro incidenza nel terrario.

Esempio esagerato: se avete un terrario alto un metro e mettete 80cm per ospitare un terricolo non è di per se sbagliato ma è superfluo/inutile nel senso che dopo un certo spessore si cala molto l apporto di stabilità ottenuto per ogni centimetro aggiunto.

Gli spessori che vengono dati nelle schede sono sempre dati relativi e medi e non assoluti e vengono dati perché in media o genericamente fornendo quegli spessori si riesce anche senza troppa esperienza a far vivere la bestia.

 

Sono cose che si acquisiscono col tempo osservando in quanto tempo si asciuga il terrario ecc e da lì si fa anche di più l occhio a capire le proporzioni e a trovare un buon compromesso.

 

In ogni caso le foto rimangono fondamentali...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie a tutti per le risposte.

 

 

nel primo messaggio hai scritto che è un giovane adulto... ma è maschio?

Non ne ho idea...essendo un sub adulto ancora non mi è chiaro se sia maschio o femmina.

 

 

Il fatto che non accetti cibo potrebbe anche essere un problema di cibo... (magari mangia blatte e non grilli...o viceversa molto più probabile)

Non credo infatti il problema non è che non accetta cibo ma che in quel punto in cui sta costantemente è impossibile mettere insetti senza che cadano o scappino. Una volta infatti, per puro caso, un grillo è salito lungo il pezzo di legno e si è avvicinato al ragno il quale lo ha attaccato subito e ​divorato (mi pare molto vorace rispetto alla mia Brachipelma Smithi)

 

Il punto è che io mi aspettavo lui facesse un po di tela (ho letto che fanno le gallerie di tela) e, nonostante gli abbia messo provvisoriamente un tubo di quelli centrali dei rotoli di scottex da cucina, lui rimane sempre e comunque fermo nel punto che vedete in foto.

Ho notato anche delle gocce di qualcosa trasparente e delle macchiette marroni nella zona in cui staziona (ho pensato ad escrementi ma sinceramente non so cosa siano).

 

Vi allego le foto della teca (ho rimosso la grottina di corteccia)

 

2018_02_07-11_29_21_06cba.jpg

​​

2018_02_07-11_29_21_973b7.jpg

​​

2018_02_07-11_29_22_293cd.jpg

​​

2018_02_07-11_29_22_af30f.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tranquillo che non farà tanta tela. Poecilotheria sp. non è una grande tessitrice (non come Avicularia sp. o Caribbena sp. )

 

Ci sta che sia molto più vorace dell'altro ragno, questo è abbastanza noto.

 

Il substrato è completamente da rifare ;)

La corteccia di quel tipo non trattiene bene l'umidità e potresti avere molti problemi in futuro per mute o cose simili, a maggior ragione in un terrario come quello (che non è adeguato) dove c'è troppo ricircolo d'aria e si seccherebbe tutto troppo facilmente.

Ti consiglio di optare per della torba non concimata, ed usare un terrario a doppia areazione come questi in foto (nota la dimensione delle griglie).

 

2018_02_07-11_44_13_f01c9.jpg

 

le gocce sono escrementi :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Gabri il terrario ha una doppia ventilazione :-p

Di certo alle fiere ne esistono artigianali molto meno costosi ;-)

 

Cambiare il substrato è la priorità...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Quello non ha una doppia ventilazione, quello ha una ventilazione ed un tornado....

 

i terrari che ho postati hanno le griglie quasi perfette ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie ancora per i consigli. Purtroppo in questo momento non mi posso permettere di acquistare altre teche perciò mi dovrò accontentare di quella che ho già.
Intanto provo reperire un po di torba per cambiare il substrato e creare più umidità.
Rimane comunque il problema di come alimentarla se rimane sempre in quel punto della teca.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Basta che aspetti, Poecilotheria sp. è un genere che scende spesso a terra. Appena si adeguerà mangerà. Fra due settimane prova a nutrirla se non la vedi troppo deperita prima. :) Ma non aspettare a vederla mangiare lasciale una preda gironzolare per un po' nel terrario... vedrai poi se ha fame la mangia senza problemi ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Spero sia così, perchè a me sembra che stia deperendo, è sempre più piccola...
Le prede gliele metto ma i grilli non vivono molto a lungo e (per lo meno per quel che concerne gli ultimi 40 giorni) io scendere non la ho vista mai.

Vi tengo aggiornati.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Cambia il setup!

 

Quello che hai postato non va bene. Metti torba umida e del nastro adesivo o pellicola per bloccare parzialmente la ventilazione sopra.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×

Informazioni importanti

Utilizzando questo sito, acconsenti ai nostri Terms of Use.