Jump to content

Recommended Posts

Fornisco schedina di identificazione corredata da qualche foto nella speranza possiate aiutarmi a definire se questa esemplare di Zoropsis Spinimana è gravida o meno. :wub: [/size]

  • DATA: 10/10/2015, in nottata, ore 3.30 circa, cielo sereno, 13°/14°.
  • LUOGO: Quattro Castella (RE), 160m s. l. m.
  • POSIZIONE E MICROHABITAT: sopra a parete in cemento armato fianco a garage in legno, all’esterno. Ambiente mediamente umido e riparato dalle precipitazioni grazie a balcone sovrastante. Frequente presenza in loco di Pholcus Phalangioides dei quali presumibilmente poteva essersi nutrita, così come di Tipulidi.
  • DIMENSIONI:

​ - Bodylenght: prosoma 7x9mm; opistosoma 11x13mm
- Legspan: 55mm[/size]


2015_10_23-23_26_36_32a74.jpg2015_10_23-23_32_11_e861b.jpg2015_10_23-23_34_32_9609d.jpg2015_10_23-23_36_37_be554.jpg2015_10_23-23_38_43_c4ae7.jpg2015_10_23-23_46_15_1f4ea.jpg[/size]

Dalle mie esperienze pregresse - a colpo d’occhio- mi sembra abbia raggiunto la maturità sessuale e pare che l’addome sia ben (sospettosamente) ingrossato. [/size]
Il dubbio è se possa essere semplicemente molto nutrita vista la facile reperibilità e abbondanza di prede nei pressi del punto dove l’ho trovata. Mangia ogni volta le passi accanto ciò che di vivo introduco nel terrario; non mi sembra tuttavia particolarmente vorace e “attiva” come sono solite le femmine di Zoropsis in prossimità della deposizione del cocoon. Resta guardinga e non manca mai di cibarsi ma raramente la vedo rompere le righe. Quasi sempre sosta ben riparata in un incavo del tronchetto che le ho posizionato semi-scoperto fra sassolini per acquari, sabbia e terriccio. Da quando l’ho presa il 10 ottobre ad oggi non ho notato particolari cambiamenti comportamentali ma il suo opistosoma sembra aver guadagnato ulteriormente in volume.

Ho ragione di sospettarne lo stato iteressante? :mah: Può essere, in tal caso, richieda ancora qualche settimana l’eventuale deposizione e ora come ora si stia dedicando all'accumulo senza eccessivo dispendio di risorse ed energie utili per creare il tipico cocoon semisferico?

Il terrario che le ho preparato misura 40x20x25h. Sicuramente ne sarebbe bastato uno più piccolo e quindi più gestibile :sisi: [/size]; questa scelta è stata dettata dal fatto che mi piace molto osservare gli “inseguimenti felpati” delle Zoropsis e così, con più spazio a disposizione, non sempre la cattura avviene nell'immediato. Tento di dare spazio a un po’ di suspance insomma... :P inoltre, ho pensato, è anche utile per vaporizzare di tanto in tanto un minimo d'acqua “a distanza” senza infastidirla troppo. Attendo e accetto ogni dritta vogliate gentilmente suggerirmi per curarla al meglio! :lol: Vi ringrazio in anticipo ^_^[/size] [/size] ;) ^_^

2015_10_24-00_17_03_279a2.jpg

2015_10_24-00_19_36_be122.jpg

2015_10_24-00_22_03_c2d3e.jpg

Link to comment
Share on other sites

I comportamenti che descrivi sono tipici. Potrebbe essere gravida oppure no. Il periodo della deposizione è la stagione fredda; da ora fino alla primavera.

Un unica precisazione: Zoropsis non osa mai attaccare ragni nelle loro ragnatele, mentre li attacca subito se li incontra allo scoperto.

Statisticamente si hanno più notizie di Zoropsis predate da Pholcus che del viceversa.

Quando decide di deporre costruisce il tipico ovisacco a tasca con una grande bolla di ragnatela cribellata intorno, ma il tutto avviene nell'arco di una giornata, senza preavviso.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
  • Topics

  • Similar Content

    • By The Hutt
      Buonasera a tutti,
      mi sono iscritto a questo forum con il preciso scopo di avere dei consigli e dei suggerimenti sul'allevamento di una femmina di Menemerus semilimbatus.
      Ho catturato un esemplare femmina riconosciuta per via dei palpi interamente bianchi.
      L'ho catturata mercoledì.
      Essendo un appassionato di insetti, per ora mi occupo di allevare formiche Messor, ci tengo molto a conoscere ogni aspetto per potermi dedicare alla cura con la più completa attenzione.
      Tuttavia su internet c'è poco e nulla ed è per questo che vorrei ricevere dei consigli da chi è più esperto.
      Attualmente l'esemplare è in un setup temporaneo, un barattolo di plastica 14 x 7. Dentro il barattolo ho messo alcune gocce d'acqua da una parte per umidità e liquidi, rametti e una pietra sotto la quale si può nascondere. 
      Da mercoledì ho provato a fornirle per 3 volte 3 insetti diversi.
      La prima volta ho provato con un insetto con le ali che non saprei identificare, grande poco meno della sua stazza. Ignorato e dopo 4/5 ore l'ho rimosso. 
      La seconda volta le ho fornito una ninfa di phaneroptera falcata (una cavalletta), anch'essa grande poco meno di lei.
      Non solo anche questa volta l'ha ignorata ma si allontanava come la pharenoptera si avvicinava.
      La terza volta (oggi) gli ho fornito una tignola della farina.
      La cosa più strana è che come ho buttato dentro il lepidottero si è incastrato in una sottile ragnatela che ha tessuto (e di cui non mi ero accorto).
      È rimasta intrappolata lì e la ignora, indaffarata nel muoversi lungo i bordi del barattolo muovendo i palpi in maniera continua.
      Ho anche notato che sotto la pietra ha tessuto una specie di ingresso.
      Non mangia da mercoledì.
      Per ora mi sono premurato di prepararle un set up migliore e almeno 3 volte più grande.
      Tuttavia la questione cibo mi turba poiché non ho avuto risultati positivi in merito.

      Vi ringrazio in anticipo per il tempo concessomi.
      Saluti e buon inizio di settimana

       




    • By angelo2222
      buona sera domani vado a prendere una brachypelma hamorii adulta, mi sono informato ovviamente prima ma ho ancora alcuni dubbi.
      so che la temperatura deve stare dai 24 ai 27 gradi con piu o meno 60% di umidita e la sera far scendere di due tre gradi la temperatura, ho comprato un terrario 30x30x30, il substrato e di torba fibra di cocco e sabbia ho messo una ciotolina con l acqua e un tronchetto da usare come tana.
      ho comprato anche un termostato cosi posso controllare sempre la temperatura e l umidita, non ho comprato un tappino riscaldante perche da quello che ho letto e sconsigliato, poi in casa ci sono 24 gradi.\
      il mio dubbio e per l alimentazione ogni quanto e le quantita.
      grazie mille delle risposte.
    • By Daphne
      Salve a tutti, 
      Non ho trovato nulla al riguardo, se vi fosse già una domanda simile vi chiederei gentilmente di segnalarmi il post che chiudo questo... 
       
      Fra un paio di settimane pensavo di traferire le mie due L. Parahybana,  siccome mi scoccia star sempre a chiamare l allevatore.... E vorrei cercare di fare anche un po' da sola...  Vorrei sapere come spostate gli sling nelle varie teche d accrescimento prima di metterli nella teca definitiva. Premetto che oltre a essere una neofita... Sono aracnofobica 🤣🤣🤣 mi sto facendo passare la paura con una bella terapia d urto... 
      Ogni consiglio è più che bene accetto e mi scuso se i nomi non sono in corsivo ma non so come metterli 😅😅😅
    • By Funky94
      Salve,volevo un info.
      Ho una dyscolus adulta e devo spostarla in un terrario definitivo
      20x20x40 vanno bene come misure finali per la teca ? 
      So solo che in altezza almeno 40cm servono (30 cm di substrato e 10 senza) 
      Cito queste fonti :




    • By Gabriele Fusto
      Ciao ragazzi! Non scrivevo qui da una vita da quando c'è il gruppo facebook, ma credo il forum sia più adatto per queste domande "tecniche".
      Premetto che ho già visto altre discussioni sul forum in merito.
      In pratica ho due esemplari di E. walckenaeri dallo scorso autunno, ne avevo 4 ma sfortunatamente i due più piccoli sono morti per non so quale ragione (uno un po' di tempo fa, uno di recente, poco dopo aver fatto la muta - sembrava in ottima forma). Dopo mesi di digiuno, hanno ripreso a cibarsi e ora stanno mutando circa una volta al mese. Dato che stanno crescendo (sono circa 10 mm ora), vorrei offrirgli una sistemazione più congrua.
      Il contenitore mi pare di aver capito che deve essere più largo che alto (meglio di plastica o di vetro?). Al momento non sto usando alcun substrato, ma una semplice rete di tessuto che fa da base per la tela. Mi chiedevo se mescolare un po' di sabbia con del terreno argilloso (quello che usano le Cteniza per intenderci, tipico degli ulivi) potesse essere una buona idea, altrimenti sono aperto a suggerimenti. Vorrei evitare un substrato troppo scuro perché non riuscirei neanche a vederli poi! Ho letto anche che sarebbe ideale una pietra frastagliata.
      Allego una foto dei due piccoletti e vi ringrazio in anticipo!

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use and Privacy Policy.