Jump to content

Allevamento all'"aperto"


Recommended Posts

Salve a tutti, come ho già detto negli altri post, mi sono avvicinato da poco al mondo dei ragni, o meglio, sto notando che i ragni mi si stanno avvicinando. Essendo uomo di scienza e amante della natura non li spiaccico a prima vista, ma anzi mi piacerebbe studiarli di più.

Caso vuole che sulla mia auto abbia fatto casa un ragno non potendone allevare uno in casa a causa della moglie, mi piacerebbe adottarlo, anche perché mi sento un po' in colpa perché gli sfascio ogni volta la tela(vero è che non è colpa mia se l'ha fatta in un punto del cacchio).

Le mie domande a questo punto sono:

1) è giusto/eticamente corretto "adottarlo", anche se solo per soddisfare la mia curiosità?

2) essendo un ragno di taglia piccola, cosa potrei dargli in pasto, ma soprattutto, come?

3) dovrei toglierlo dal punto in ui si è rintanato? È traumatico per l'animale? Considerate che non posso aprire il finestrino e lavare la macchina:)...

Link to comment
Share on other sites

ciao, molti di noi qui allevano o hanno allevato ragni locali, sul fatto dell'eticamente corretto, dico solo che se si vuole allevare un ragno bisogna quantomeno farlo vivere dignitosamente e al meglio che possiamo, sia esso nostrano o esotico ;). Per il cibo dovresti regolarti sulle dimensioni del ragno, e dargli prede grosse all'incirca come la metà del ragno, sul fatto di spostarlo da dove si è fatto la tela, sicuramente sarà un pò traumatico per lui all'inizio, poi però non dovrebbe avere problemi a costruirsi la tela da un'altra parte ;).

Link to comment
Share on other sites

Ok, dato per passabile l'eticità della faccenda, rimane il dubbio su cosa dargli da mangiare. La cosa più semplice da prendere con il tuo metro di giudizio sul le dimensioni del ragno, sono le formiche, vanno bene, o sono troppo combattive? Anche le piccole falene, abbastanza fastidiose in casa, sono alla portata, tuttavia, essendo il ragno in una posizione scomoda, come diavolo faccio?

Link to comment
Share on other sites

riesci a postare un foto del ragno? Così magari capiamo di quale specie si tratta in particolare ;) , dove ha fatto la tela di preciso?

Con le formiche potresti provare, ma non sempre sono ben accette da tutti i ragni, comunque puoi provare con gli insetti che si trovano normalmente in una casa o nelle vicinanze: mosche, pesciolini d'argento, zanzare ecc... Sì, anche le falene possono andare bene, occhio sempre alle dimensioni ovviamente.

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Ottimi i suggerimenti di Andro! Spostare un ragno, o allevarlo, non ha mai danneggiato la popolazione naturale di quella specie quindi: via libera! Sopratutto se il fine è il conoscere meglio questi fantastici animali. Come fare, dove metterlo, con cosa nutrirlo...son tutti quesiti che avranno una risposta solo dopo aver capito di che specie stiamo trattando. Le oltre 1600 specie italiane hanno esigenze e comportamenti anche diametralmente opposti e senza indicazioni è come sparare alla cieca. :4fuu9h1:

Link to comment
Share on other sites

Salve a tutti,

riaccendo questa vecchia discussione aggiungendo alcune novità.

Sono riuscito a fare qualche foto al ragno e, grazie agli esperti in linea del forum, sembra siamo venuti a capo della specie del piccolo inquilino: Zygiella sp..

Ho letto un po' in giro su Internet e ho potuto constatare che:

1) Costruisce tele orbicolari in verticale, regolari, nei pressi di qualche anfratto in cui si possono nascondere di giorno. Nel mio caso attuale, l'anfratto è lo specchietto.

2) Aspetta in agguato prede che vanno a finire sulla sua tela e le attacca rapidamente.

3) Di notte staziona al centro della tela.

4) La mattina ricostruisce la tela danneggiata.

Stando a queste informazioni (riscontrate sul campo), come posso cercare di allevare questo esemplare in maniera decorosa?

Conviene liberarlo e se sì, dove?

La domanda più importante comunque resta una sola: come diavolo lo stano dal buco in cui si è infilato? Ho idea di attirarlo fuori con una preda e prenderlo, ma questo devasterebbe la tela e non credo sia una esperienza carina da vivere.

Consigli?

 

EDIT

Da quel che ho capito, per riconoscere il sesso di un ragno, bisogna osservare i pedipalpi. Se vale anche per questo ragno, dovrebbe essere una femmina, poiché non sono molto visibili.

EDIT_2

Riesco a nutrirlo più o meno agilmente, ma rigorosamente con insetti non volanti perché con la tela verticale mi resta difficile capire come farci impigliare una mosca (preda alla sua portata, siamo sugli 8-10mm)

Link to comment
Share on other sites

non è per forza detto che un individuo con pedipalpi senza emboli sia una femmina... Potrebbe anche trattarsi di un immaturo... :sisi:

Quindi non ho ancora capito, lo vorresti allevare lì dov'è, oppure spostarlo? Questa macchina la usi? Non mi è ancora chiaro quello che vuoi fare, se no è difficile aiutarti :D

Link to comment
Share on other sites

La macchina la uso ogni giorno, tant'é che quando il poveraccio fa la tela io gliela sfascio perché senno non vado a lavoro.

Lo vorrei spostare, ma vorrei capire come maneggiarlo e gestirlo nel migliore dei modi per il tempo che resterà mio ospite.

Nel forum ho trovato un pdf scientifico che spiega come allevare degli orbicolari, appena ho tempo gli faccio casa.

Link to comment
Share on other sites

se usi la macchina allora è già tanto che non è volato via mentre la usi :D , spostalo senza farti troppi problemi allora, la tela se la ricostruirà dove lo sistemerai ;)

Link to comment
Share on other sites

Ahahahah vabbé fin'ora l'ho usato come scusamper andare piano. Comunque lui (e penso anche la sua prole) se ne stanno rintanati dietro lo specchietto, per cui stanno al riparo. Cercherò di stanarlo e restituirlo alla natura, anche se volevo adottarlo.

Link to comment
Share on other sites

Tela sconparsa e nessun avvistamento da un po'... Le piogge della scorsa settimana lo hanno messo in difficoltà, anche se non so quanto può essere lungo il ciclo vitale di un ragnetto simile, era lì da st'inverno almeno.

Una domanda tecnica: che sforzo è per un ragno filare la tela? Quanta può farne senza mangiare?

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use and Privacy Policy.