Jump to content

Info su velenosità Scytodidae


Recommended Posts

In un documento reperito sul web (link a piè di pagina) che reputo valido mi è capitato di leggere che tutte le specie del genere Scytodidae sono da considerarsi potenzialente pericolose in quanto a veleno. Avendo letto diversi topic di segnalazioni di questi ragni nella sezione "aracnidi nostrani" del forum mi chiedevo se fosse realmente tutto il genere ad essere potenzialmente pericoloso o si limitasse a singole specie.

Grazie in anticipo per le delucidazioni e mi scuso per le possibili incorrettezze. Inoltre ho aperto il topic in questa sezione proprio per le varie segnalazioni qui in Italia, mi auguro di non aver fatto un errore, in tal caso me ne scuso.

 

Link

http://www.soccorsof....com/ragni.html

Link to comment
Share on other sites

Per me c'è stato un errore di battitura nel testo... Infatti riporta Loxosceles sp. come appartenente alla famiglia degli Scytodidae, quando invece appartiene a quella dei Sicariidae. :mah: Personalmente non ho mai sentito che fosse una famiglia pericolosa...

Link to comment
Share on other sites

Per quanto riguarda le specie nostrane penso che il problema (nella pratica) non si ponga perché sono molto piccole e con cheliceri proporzionalmente piccoli anche rispetto al corpo. Non ho dati precisi o foto al microscopio, ma immagino che la "zanna" del chelicero non superi 0,3 mm e che quindi non possa perforare l'epidermide umana.

Da notare anche che il ragno morde muovendo solo le zanne senza divaricare la base dei cheliceri, il che riduce ancora la possibilità di penetrazione.

Osservando l'effetto del veleno sulle prede sembra effettivamente che abbia una certa efficacia; la preda muore in pochi secondi. Addirittura certe prede sono morte solo per essere state irrorate dallo spruzzo colloso senza poi essere state morse con i cheliceri.

 

Questo è quello che mi risulta dalle osservazioni dirette.

 

Però, se la legge indica solo la famiglia, il problema, in teoria, esiste.

 

Comunque, gli amministratori sono molto dentro alla questione e ti sapranno dare risposte molto precise.

 

 

P.S.: vedo ora la risposta precedente. Ho l'impressione che effettivamente ci sia stato un errore di allineamento di righe e colonne. Sarebbe meglio che questi elenchi fossero fatti in excel con tanto di cornici, anziché in word

Link to comment
Share on other sites

Quel documento fu fatto in fretta e furia nel 2003, all'uscita delle legge, per cercare di far tornare sui propri passi i legislatori. Da quegli anni la situazione tassonomica è cambiata in alcuni frangenti, studi nuovi sui veleni sono usciti e quindi occorre valutare con attenzione anche l'elenco stilato a suo tempo da Aracnofilia.

Premetto che all'epoca si cercò, in via precauzionale, di inserire tutte quelle famiglie o quei generi che potessero avere anche solo la minima rilevanza medica.Essendo complesso aver conoscenza di famiglie e generi vasti, diffusi in tutto il globo, si cercò in prima istanza di generalizzare.

All'epoca la posizione tassonomica di Loxosceles, genere notoriamente di interesse medico, non era ben chiara e taluni la consideravano appartenente alla famiglia Scytodidae altri alla famiglia Sicariidae, entrambe appartenenti alla superfamiglia Scytodoidea. Credo che in quella pagina quindi ci sia un errore di copiatura/battitura.

 

bbbbn.png

 

Quel Scytodidae non è certo un genere e andrebbe inserito nella colonna delle famiglie. Così

 

aaaic.png

 

 

E' evidente che all'epoca fu preso come riferimento la famiglia Scytodidae quale famiglia di appartenenza del genere Loxosceles. Forse veniva cosi riportata in qualche testo datato.

 

Insomma la conclusione è che

1) Scytodes non è un genere assolutamente pericoloso, sia per scarsissima attività del veleno sia per la scarsa predisposizione anatomica: i suoi cheliceri infatti, saldati e assolutamente poco mobili oltre che di piccolissima dimensione non riuscirebbero a perforare la cute umana. Idem la famiglia Scytodidae. Invero sono animali molto interessanti per la peculiarità di "sputare" una sostanza collosa prodotta dalle ghiandole velenifere enormemente modificare.

2) Le liste, sia provvisorie come quella linkata che definitiva come quella riportata sulle nostre pagine http://forum.aracnof...losi-l-2132003/, necessiterebbero di aggiornamento in base ai lavori scientifici usciti negli ultimi 10 anni.

Link to comment
Share on other sites

Ok, grazie a tutti per le delucidazioni, difatti trovavo piuttosto strano trovare Scytodidae tra le famiglie potenzialmente pericolose.

Posso chiedere, anche se la domanda è un pò in off topic con il tema della discussione, quali modifiche, secondo voi esperti, andrebbero apportare all'attuale lista di Aracnofilia? Mi semba di compendere dei dubbi sorti nel tempo sull'effettiva rilevanza medica del genere Cheiracanthium.

Link to comment
Share on other sites

Sarebbe lungo da spiegare in questo topic, considerando anche che dovrei citare tutti i lavori inerenti. In linea generale diciamo che le importanti necrosi attribuite a Cheiracanthium non sono provate sugli uomini, Trechona è indicata come pericolosa probabilmente a causa di un'identificazione sbagliata, anche Missulena è stata ultimamente riabilitata nonostante abbia un veleno simile ad Atrax (motivo per cui era considerata pericolosa), Harpactirella fu inserita a scopo precauzionale visto che alcuni autori riportavano un decesso ma leggendo i documenti è tutto campato per aria. Per gli scorpioni bisognerebbe distinguere tra i vari generi della famiglia Buthidae. Come sempre ci si trova di fronte alla scelta tra essere rigorosamente scientifici o usare metri di giudizio meno restrittivi. Solo nel secondo caso si potrebbero inserire in lista generi che, per somiglianza, difficile riconoscimento o probabile pericolosità anche se ad oggi non provata, sarebbe meglio vietare in via precauzionale.

Link to comment
Share on other sites

Ok, mi va bene anche la risposta come l'hai impostata e che trovo molto interessante! :4fuu9h1:

Grazie a tutti per le risposte!

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use and Privacy Policy.