Jump to content

Taranto (TA) - Agelenidae


Recommended Posts

ragazzi sapreste dirmi come si chiama questo ragno e come eventualmente potrei alimentarlo?

 

imga0503.jpgin questa foto ho notato che li piace molto stare negli anfratti del faunabox

 

 

imga0508.jpg

 

imga0519.jpg

 

 

imga0522.jpg

 

imga0516.jpg

 

Data: 28/05/09

Luogo:Taranto

Posizione e microhabitat:sotto una scatola di plastica nera vicino un angolo tra muro e terra umida

Dimensioni del ragno:12 millimetri di body length

Link to comment
Share on other sites

E' una Textrix sp. o una Lycosoides coarctata. I due generi sono etremamente simili, e in passato erano in sinonimia, quindi le differenze sono poche e piccole, di certo non visibili dalle foto.

Comunque è un Agelenidae, quindi costruisce la tipica tela a lenzuolo. Nel tuo caso specifico, è un genere molto attivo nella costruzione della tela. Verra' prima costruito il rifugio iniziale ad imbuto, e poi verra' col tempo allargata a formare un "lenzuolo". E' un grande tessitore, e la sua trappola è molto variabile e si adatta a seconda del luogo in cui viene costruita. Quindi se li viene fornito poco spazio, la tela sara poco estesa con un lenzuolo ridotto. Se invece ha a disposizione molto spazio costruira una grande tela a drappo, molto bella dal punto di vista architettonico :) . Dagli un qualche riparo in cui possa cominciare a costruire l'imbuto iniziale e poi col tempo lei lo allarghera e innalzerà (la mia aveva fatto tre piani, ovviamente usava solo l'ultimo). Per l'alimentazione, quindi, aspetta che abbia costruito un minimo la sua trappola e poi basta depositarci sopra una qualsiasi preda che non sia troppo grossa e aggressiva (va pazza per i volatili come mosche e microlepidotteri, evita le formiche che nel mio caso venivano sempre ignorate)

Link to comment
Share on other sites

Beh come riparo puoi usare qualsiasi cosa. Una foglia arrotolata, un pezzo di corteccia, un sasso, veramente qualsiasi cosa che le possa permettere di costruirsi il primo "stadio" della tela.

Riguardo all'identificazione, ripeto sono due generi estremamente simili (Lycosoides coarctata era prima conosciuta come Textrix coarctata) e impossibili da distinguere attraverso una foto (serve un microscopio). Non ti far ingannare dalle foto di google (non sono molto affidabili...) ci sono specie di Textrix apparentemente identiche.

Link to comment
Share on other sites

Il metodo di caccia è quello tipico degli agelenidi. Visto che il ragno in questione non è errante non è una vera e propria caccia attiva come quella di Hogna radiata. Attende all'entrata dell'imbuto e appena capta le vibrazioni di una preda caduta (o fatta cadere :rolleyes: ) sulla tela scatta velocemente verso la malcapitata. A questo punto ho osservato che in base al tipo di preda (sopratutto negli individui immaturi) il ragno decide se trascinarla all'interno dell imbuto oppure lasciarla sul "lenzuolo" per poi tornarci in seguito (dopo che il veleno ha fatto il suo lavoro). In ogni caso la prima cosa che fa il ragno è quella di mordere la preda (una o piu volte, sempre in funzione del tipo di preda) e lasciarla, aspettando che il veleno faccia il suo effetto. Dopo di che la afferra nuovamente per cominciare il vero e proprio "pasto". :)

Link to comment
Share on other sites

mmm...capisco beh sinceramente preferisco il metodo dell'hogna radiata....ma chissà protrebbe essere anche questo un ottimo metodo di caccia :unsure:

 

Beh si curamente è bello vedere in azione un Hogna radiata... ma credimi anche se in modo diverso anche gli appartenenti alla famiglia degli Agelenidae sono spettacolari!

Link to comment
Share on other sites

  • 00xyz00 changed the title to Taranto (TA) - Agelenidae

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use and Privacy Policy.