Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'enoplognatha'.

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • ARACNOFILIA - Associazione Italiana di Aracnologia
    • ARACNOFILIA - Presentazioni – Regolamento – Primo aiuto – F.A.Q.
    • MONDO ARACNOFILO - "Noi"...attività, annunci, fiere, mostre, eventi
    • PROGETTO SITO WEB / FORUM
    • FOREIGN VISITORS
  • ARANEAE LOCALI – forum sui Ragni a distribuzione europea
    • RAGNI ITALICI/EUROPEI – Conoscenza e Allevamento
    • IDENTIFICAZIONI e SEGNALAZIONI
    • SCHEDE DI ALLEVAMENTO [Locali]
  • ARANEAE ESOTICI – forum sui Ragni di tutto il mondo
    • MIGALI - Conoscenza e Allevamento
    • ALTRE FAMIGLIE – Conoscenza e Allevamento
    • SCHEDE DI ALLEVAMENTO [Esotici]
  • SCORPIONES & ALTRI ORDINI – forum di discussione su Scorpioni, Amblypigi, Uropygi...
    • SCORPIONI & Co. - Conoscenza e Allevamento
    • SCHEDE DI ALLEVAMENTO [Altri Aracnidi]
  • CLASSE ARACHNIDA - SEZIONE SCIENTIFICA E DIVULGATIVA
    • Evoluzione, tassonomia, morfologia e anatomia
    • BIBLIOTECA SCIENTIFICA
  • ALTRI ARTROPODI – Artropodi di altre classi (ed altri invertebrati)
    • ALTRE CLASSI - Conoscenza e Allevamento
    • INSETTI e CIBO VIVO
    • SCHEDE DI ALLEVAMENTO [Altre classi]
  • FORUM VARI PER GLI UTENTI
    • MERCATINO
    • OFF TOPIC

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests


Nome


Cognome


Località


Provincia


Regione

Found 5 results

  1. Trovato/a in un mazzo di cardi raccolti a Calatafimi - Segesta. L.s. circa 1 cm. Non avendo potuto fotografarlo/a ieri sera, stanti le scarse condizioni di luce, l'ho riposto in un bicchiere di plastica trasparente fino a stamattina, quando l'ho trovato/a tutto/a raggomitolato/a che sembrava passato/a a miglior vita Invece, pochi istanti dopo, ha ripreso a muoversi agilmente...
  2. Data: 18/08/2016 , temperatura 21° Luogo:Pino Torinese, 500 mt sul livello del mare Posizione e microhabitat: ringhiera esterna ad abitazione Dimensioni del ragno: circa 1.5cm comprese le zampe ​ ​​ ​
  3. Data: 14/08/2016 Luogo: Casalzuigno (VA) Posizione: Trovato mentre camminava in cima alla porta della cucina, vicino alla porta di ingresso. Dimensioni: Entro i 5 mm di BL. Si tratta di una femmina di Enoplognatha sp. ? Quale specie potrebbe essere la più probabile? Grazie! Silvio ​ ​
  4. Data: 15/06/2016 Luogo: Cangili (circa 1150 mslm), Val Veddasca, comune di Maccagno (VA) Posizione: Camminava tra l'erba a bordo sentiero. Dimensioni: Pochi mm di BL. Si tratta di un maschio di Enoplognatha sp? Grazie! Silvio ​ ​
  5. Salve a tutti, Vorrei spendere due parole su questa categoria di "microscopi" molto economi e pratici, acquistabili a poche decine di euro online. ho provato a testare un pò fin dove si possono spingere e che risultati si ottengono, sperando che possa essere d'aiuto a chi si avvicina per la prima volta all'identificazione fino al livello di Specie. il modello in questione viene venduto come "AGPtek Black USB Digital Microscope 2 Megapixel Video Camera Microscope 20-200X" anche se la marca sembra ignota (molte volte lo stesso prodotto viene riproposto con un paio di nomi diversi) Gli ingrandimenti vanno da 20x a 200x anche se, dell'affidabilità di questi valori dubito molto. L'ingrandimento di cambia agendo direttamente dalla ghiera di messa a fuoco. il primo riscontro negativo si ha sulla distanza di lavoro: il microscopio viene venduto insieme ad un supporto (di cui io non dispongo) che permette all'ingrandimento minimo di lavorare a diverse distanze, il discorso si complica per l'ingrandimento massimo, che non mette a fuoco a più di (circa) 1,5 cm. (praticamente attaccato al campione) l'illuminazione è data da 8 led bianchi disposti in modo circolare all'obiettivo. l'illuminazione è regolabile in 2 diverse intensità Sotto l'interruttore per la regolazione dell'illuminazione è inoltre presente un pulsante che permette di scattare direttamente le foto. Nel pacchetto è incluso un CD-ROM per l'installazione dei driver necessari per Windows ed un'applicazione che gestisce il microscopio. Per sistemi Mac e Linux non è necessaria l'installazione, e viene rilevato da qualsiasi applicazione che permetta di scattare foto attraverso webcam (è come tale infatti che viene rilevato). La risoluzione massima delle immagini ottenute è di 1280x1024, anche se, almeno per Linux, la risoluzione massima è di appena 640x480. ​​ ​ Passiamo adesso ai risultati che sono riuscito ad ottenere, che tutto sommato non mi hanno deluso. ho preso in esame due esemplari di Oecobius navus Blackwall, 1859 (un maschio ed una femmina) ed una femmina di Enoplognatha mandibularis (Lucas, 1846) le due femmine sono state analizzate vive, servendomi del vecchio "spi-pot" descritto da Roberts (di cui non trovo più la discussione sul forum) Quella sullo sfondo è carta millimetrata O. navus habitus ad ingrandimento minimo ​​ ​ Epigino ad ingrandimento massimo ​ Disposizione oculare ad ingrandimento massimo ​ ​ Palpo del maschio ad ingrandimento massimo ​ ​ in questo caso l'illuminazione massima non era soddisfacente, e per rimanere in tema di arrangio, ho utilizzato il flash del telefono per aumentarla un pò ​ ​ E. mandibularis la qualità di queste ultime è un pò compromessa dal riflesso prodotto dal cellofan. Habitus ​ ​ Dettaglio unghie tarsali ​ Dettaglio denti cheliceri ​ Dettaglio epigino ​ ​ In conclusione posso dire che tutto sommato vale i soldi che costa, se si cerca un metodo veloce e pratico per avere un ingrandimento accettabile. la qualità e la ridottissima distanza di lavoro di contro sono i punti più dolenti. Al massimo ingrandimento strutture quali epigino, palpi, unghie tarsali, denti, filiere e disposizioni oculari sono abbastanza apprezzabili, anche se non sempre ad una qualità soddisfacente. La difficoltà sta sopratutto nel dover operare con una sola mano (dato che l'altra è impegnata nel sostenere lo strumento) sull'esemplare, e non è molte volte una soluzione immediata come lavorare sotto stereoscopio. Lo consiglio a chi non vuole spendere molto, ed iniziare a divertirsi nel distinguere i vari caratteri morfologici. Spero di non essermi dilungato troppo, e che questa mia esperienza possa essere d'aiuto a qualcuno Un saluto a tutti, Mattia
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use and Privacy Policy.