Vai al contenuto

IPB Style© Fisana
 

Foto

Santa Teresa Gallura (OT) - cfr Drassodes sp.


  • Per cortesia connettiti per rispondere
6 risposte a questa discussione

#1 elleelle

elleelle

    Xenesthis

  • Curatori
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3000 messaggi

Inviato 02 novembre 2017 - 22:50

Santa Teresa Gallura (OT)

20-8-2017

Pascolo a 100 -150 m s.l.m.

 

Sotto una pietra.

 

L'aspetto generale è da Scotophaeus, ma la zona degli occhi e la direzione dei cheliceri, che sono verticali, fa pensare a Gnaphosa.

Nella zona è comune Gnaphosa alacris, che però è macchiettata, mentre Scotophaeus, di solito, non c'è, quanto meno sul terreno.

 

2017_11_02-21_49_35_2ad2d.jpg

Se si confronta con Gnaphosa alacris la forma somiglia abbastanza.

2017_11_02-21_50_39_64c0e.jpg


Gli uomini spesso inciampano nella verità, ma, di solito, si rialzano e continuano per la loro strada (W. Churchill)


#2 Henry

Henry

    Enrico Simeon

  • Amministratori
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3662 messaggi

Inviato 06 novembre 2017 - 21:49

Chiediamo aiuto al mago @Pepsis



#3 Pepsis

Pepsis

    Xenesthis

  • Moderatori
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1018 messaggi

Inviato 01 dicembre 2017 - 20:06

Eccomi ho visto solo ora. Io considerando in combinazione l'habitus, la colorazione (chiara addominale, piu scura di arti e prosoma), la disposizione oculare e la morfologia generale da ragno "normale" (con tutte le zampe di uguale spessore,  segmenti degli arti omogenei e non ingrossati, prosoma ed opistosoma "normale" quindi non appiattito o schiacciato) ed andando quindi a sicura esclusione di altri (Gnaphosa, Scotophaeus, Haplodrassus e tutti gli Zelotinae) direi Drassodes sp.



#4 elleelle

elleelle

    Xenesthis

  • Curatori
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3000 messaggi

Inviato 02 dicembre 2017 - 09:00

Quindi una specie di Drassodes molto diversa da quelli che trovo normalmente, che dovrebbero essere D. lapidosus. Forse endemica della Sardegna.

Drassodes lapidosus (o comunque quello che si trova comunemente nel Lazio e anche in Saldegna) ha zampe più lunghe, meno robuste e meno adunche.


Gli uomini spesso inciampano nella verità, ma, di solito, si rialzano e continuano per la loro strada (W. Churchill)


#5 elleelle

elleelle

    Xenesthis

  • Curatori
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3000 messaggi

Inviato 02 dicembre 2017 - 11:29

E di questo che ne dici?​

2017_12_02-10_29_30_71680.jpg


Gli uomini spesso inciampano nella verità, ma, di solito, si rialzano e continuano per la loro strada (W. Churchill)


#6 PiErGy

PiErGy

    Piv

  • Amministratori
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5399 messaggi

Inviato 03 dicembre 2017 - 17:58

In teoria, per quanto se ne sa attualmente, non ci sono specie di Drassodes endemiche per la Sardegna. Le 4 specie note nell'isola sono segnalate anche per l'Italia peninsulare, ad eccezione di Drassodes rubicus (che è comunque noto anche per Francia, Spagna e Portogallo) di cui però non ho trovato buone foto dell'habitus.


In un vortice di polvere gli altri vedevan siccità. A me ricordava la gonna di Jenny in un ballo di tanti anni fa. Sentivo la mia terra vibrare di suoni, era il mio cuore. E allora perché coltivarla ancora, come pensarla migliore? Libertà, l'ho vista dormire nei campi coltivati a cielo e denaro, a cielo ed amore, protetta da un filo spinato. Libertà, l'ho vista svegliarsi ogni volta che ho suonato per un fruscio di ragazze a un ballo, per un compagno ubriaco...


#7 Pepsis

Pepsis

    Xenesthis

  • Moderatori
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1018 messaggi

Inviato 04 dicembre 2017 - 21:40

Quest'ultimo direi Gnaphosa invece. :4fuu9h1:






0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi

Copyright © 2017 Your Company Name