Vai al contenuto

IPB Style© Fisana
 

Foto

addestramento ragni


  • Per cortesia connettiti per rispondere
13 risposte a questa discussione

#1 Dani1998

Dani1998
  • Utenti
  • 3 messaggi

Inviato 30 agosto 2017 - 18:42

Salve a tutti, è da pochissimo che mi sono avvicinato all'affascinante mondo degli aracnidi e mi chiedevo se fosse possibile, anche solo teoricamente, l'addestramento e quindi l'utilizzo finalizzato dei ragni.

Vi ringrazio in anticipo



#2 Gaborri

Gaborri

    Idiothele gaborrensis

  • Curatori
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2439 messaggi

Inviato 30 agosto 2017 - 20:55

Ciao Daniele e benvenuto!

 

Ottima domanda. Temo che non sia possibile visto il loro primitivo sistema nervoso. Pensa che proprio per questo si sconsiglia a chi li alleva ogni tipo d'interazione socievole ;)


Sommergibili2.png"Sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo" Gandhi

Gaborri


#3 Dani1998

Dani1998
  • Utenti
  • 3 messaggi

Inviato 30 agosto 2017 - 22:30

Ti ringrazio!

#4 Gaborri

Gaborri

    Idiothele gaborrensis

  • Curatori
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2439 messaggi

Inviato 31 agosto 2017 - 12:41

Figurati, siamo qui per questo. Se poi hai altre curiosità specifiche puoi chiedere tranquillamente


Sommergibili2.png"Sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo" Gandhi

Gaborri


#5 rettile

rettile
  • Utenti
  • 5 messaggi

Inviato 23 settembre 2017 - 17:14

ad alcuni ragni, ad esempio i salticidi, viene attribuita una certa intelligenza. C'è però da dire che sono organismi tanto diversi da noi che se anche fossero intelligenti quanto un cane probabilmente non riusciremmo a comunicare con loro, quindi "addestrare" un ragno continuerebbe ad essere molto improbabile



#6 Gaborri

Gaborri

    Idiothele gaborrensis

  • Curatori
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2439 messaggi

Inviato 25 settembre 2017 - 09:24

una certa intelligenza

 

 

a che cosa ti riferisci? 


Sommergibili2.png"Sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo" Gandhi

Gaborri


#7 macbaffo

macbaffo

    Poecilotheria

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 509 messaggi

Inviato 26 settembre 2017 - 09:05

Il termine intelligenza potrebbe essere troppo generico
Mac

#8 Henry

Henry

    Enrico Simeon

  • Amministratori
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3673 messaggi

Inviato 01 ottobre 2017 - 13:47

Più che intelligenza la definirei plasticità comportamentale. Pare che i ragni possiedano una propria "personalità", che viene manifestata come maggior sicurezza ed adattabilità nella predazione. In alcuni casi, in cattività, si riesce a far sì che associno l'apertura di un contenitore alla somministrazione di una preda. Infatti in questi casi all'apertura del terrario il ragno si "prepara" subito all'attacco. Sono casi rari ma non impossibili.



#9 Onji

Onji

    Araneus Analcolicus Follis

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 536 messaggi

Inviato 23 ottobre 2017 - 20:04

A me successe -tanti e tanti anni fa - con una Grammostola rosea in terrario. Solito punto d'apertura, non faceva neanche toccare suolo alla preda. All'epoca si discuteva ancora se possedessero o meno qualche forma primitiva di memoria.


"uno stracchino è per sempre" (Sua toposità, il nonno Ilic)


#10 elleelle

elleelle

    Xenesthis

  • Curatori
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3022 messaggi

Inviato 23 ottobre 2017 - 21:36

Secondo me noi tendiamo ad associare l'intelligenza alla reattività dell'animale.

La mia impressione è che molte specie reagiscono muovendosi mentre altre "riflettono" stando immobili e sembrano più torpidi.

 

Tipicamente i Salticidae hanno reazioni evidenti, anche per la loro ottima vista, e ci guardano, dando l'impressione di comunicare (un po' anche Thomisidae ...).

Altri invece stanno abitualmente fermi fino al momento in cui decidono di attaccare e sembrano indifferenti (Hogna, Oxyopes ...) 

Nel comportamento sessuale le differenze si attenuano. Tutti i maschi corteggiano anche le femmine immobili e le femmine riconoscono subito i maschi e si comportano di conseguenza.

 

Penso che più che una differenza di intelligenza si tratti di differenza di carattere.

Certo, chi usa molto la vista ha bisogno di un cervello abbastanza potente per poterla gestire.


Gli uomini spesso inciampano nella verità, ma, di solito, si rialzano e continuano per la loro strada (W. Churchill)


#11 Onji

Onji

    Araneus Analcolicus Follis

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 536 messaggi

Inviato 24 ottobre 2017 - 14:54

Penso che più che una differenza di intelligenza si tratti di differenza di carattere.

Certo, chi usa molto la vista ha bisogno di un cervello abbastanza potente per poterla gestire.

Quoto.


"uno stracchino è per sempre" (Sua toposità, il nonno Ilic)


#12 Martish

Martish

    Theraphosa

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 285 messaggi

Inviato 25 ottobre 2017 - 09:35

Più che intelligenza la definirei plasticità comportamentale. Pare che i ragni possiedano una propria "personalità", che viene manifestata come maggior sicurezza ed adattabilità nella predazione. In alcuni casi, in cattività, si riesce a far sì che associno l'apertura di un contenitore alla somministrazione di una preda. Infatti in questi casi all'apertura del terrario il ragno si "prepara" subito all'attacco. Sono casi rari ma non impossibili.

 

La mia Harpactira guttata esce fuori dalla tana quando illumino il tunnel con la torcia ma sto ancora ragionando su come capire se lo fa per l'arrivo del cibo o l'arrivo del "sole"… Non è semplice impostare certi esperimenti…  :mah:



#13 Henry

Henry

    Enrico Simeon

  • Amministratori
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3673 messaggi

Inviato 30 ottobre 2017 - 00:33

 

Più che intelligenza la definirei plasticità comportamentale. Pare che i ragni possiedano una propria "personalità", che viene manifestata come maggior sicurezza ed adattabilità nella predazione. In alcuni casi, in cattività, si riesce a far sì che associno l'apertura di un contenitore alla somministrazione di una preda. Infatti in questi casi all'apertura del terrario il ragno si "prepara" subito all'attacco. Sono casi rari ma non impossibili.

 

La mia Harpactira guttata esce fuori dalla tana quando illumino il tunnel con la torcia ma sto ancora ragionando su come capire se lo fa per l'arrivo del cibo o l'arrivo del "sole"… Non è semplice impostare certi esperimenti…  :mah:

 


Ma dentro il tunnel o solo l'entrata? Mi viene da pensare che si muova perchè infastidita dalla luce



#14 Martish

Martish

    Theraphosa

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 285 messaggi

Inviato 30 ottobre 2017 - 00:53

Di solito illumino l'entrata e lei esce fuori... Se fosse infastidita non andrebbe più in fondo? Il tunnel è sotto un sughero lungo




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi

Copyright © 2018 Your Company Name