Vai al contenuto

IPB Style© Fisana
 

Foto

Scheda Argiope bruennichi


  • Per cortesia connettiti per rispondere
20 risposte a questa discussione

#1 Emanuele77

Emanuele77

    Theraphosa

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 294 messaggi

Inviato 10 aprile 2003 - 17:43

ARGIOPE BRUENNICHI (Scopoli 1772)


CLASSIFICAZIONE
Classificazione: Araneomorphae
Famiglia: Araneidae
Nome scientifico: Argiope bruennichi (Scopoli 1772)
Nomi comuni: Wasp spider, Zebra spider, Ragno corpo a vespa, Ragno zebra, Argiope fasciata (i nomi comuni evidenziano la caratteristica morfologica principale di questo ragno, l’avere l’opistosoma variegato)
Note alla nomenclatura: Jean Henri Casimir Fabre, nella sua opera “Ricordi Entomologici (1878)” chiama questo ragno "Epeira fasciata” questa nomenclatura è usata anche se raramente in alcuni testi e musei dei giorni nostri.

ETOLOGIA
Diffusione: praticamente in tutta Europa, esclusa la parte nord della Svezia, e la Norvegia.
Abitudini: Ragno diurno, se ne sta sempre al centro della sua tela, al contrario di altri araneidi con abitudini simili. Appena una preda (principalmente ortotteri, o altri insetti volanti piuttosto grandi), rimane intrappolata, la avvolge emettendo dalle filiere una grande quantità di seta, e contemporaneamente la morde varie volte, quando l'insetto è morto, il ragno lo porta al centro della sua ragnatela, ed inizia a mangiarlo, nottetempo ricostruirà la parte della ragnatela che è stata danneggiata.
Particolarità: La tela di questo ragno presenta un disegno a zig-zag (stabilimetum), verticale, disposto appena sotto il centro. Questo “ricamo” è stato un vero rompicapo per i vari studiosi, e sulla sua presenza sono stata formulate varie ipotesi: una delle prime sosteneva che servisse a rendere la tela più stabile, altri sostengono che si tratti di un eccedenza di materiale, c’è chi sostiene che serva per rendere meno visibile il ragno al centro della tela, chi per rendere la stessa più visibile per evitare che volatili o piccoli mammiferi la possano distruggere. Io appoggio la terza ipotesi, poi ognuno è libero di sostenere quella che ritiene più valida.
Habitat: E’ un ragno che si adatta, bene ad una grande varietà di ambienti, l’unica cosa è che ci deve essere una zona più o meno grande dove il ragno possa tessere la tela, io ne ho rinvenuti molti, nelle piccole fosse, (avevano tessuto la tela da sponda a sponda) che delimitano aree sia incolte che coltivate, e anche nelle zone di macchia mediterranea molto aride, in prossimità di litorali sabbiosi, in zone boscose mi è capitato di osservarli vicino a piante di Rubus fruticosus (rovo selvatico), sfruttate per la costruzione della tela.
Aggressività: Scarsa: se disturbato inizialmente mette in altto una strategia difensiva molto particolare: rimane al centro della tela, facendola oscillare a grande velocità, per un tempo che può variare dai 15 ai 30 secondi, se questa tattica non ha effetto, abbandona la ragnatela rimanendo nei paraggi, e facendovi ritorno quando la minaccia è cessata. In caso di morso fortuito, gli effetti del veleno sembrano essere molto blandi, si avverte il dolore causato dall’azione meccanica dei cheliceri, e arrossamento della parte interessata, i sintomi scompaiono nell’arco di alcune ore.
Rapidità di crescita: Si tratta di un ragno stagionale dalla crescita molto rapida, i piccoli nascono a primavera inoltrata, e maturano sessualmente verso la fine di Agosto.

DESCRIZIONE
Descrizione: E’ un ragno dall’aspetto molto appariscente, sia come colorazione che come dimensioni.
La colorazione dell’addome è inconfondibile, presenta striature orizzontali nere e gialle, il disegno varia di esemplare in esemplare, come pure l’intensità dei colori, la parte inferiore si presenta marrone scura, con due bande gialle verticali disposte lateralmente, il cefalotorace è bianco e presenta un aspetto vellutato, le zampe sono color ambra, con striature nere molto marcate, presentano dei peli di colore nero corti e radi.
Dimorfismo sessuale: Le femmine raggiungendo i 2 cm. di corpo e i 5 cm. di leg-span sono nettamente più grandi dei maschi, che arrivano a 120 mm. di corpo e 3 cm. leg-span, questi presentano un addome più sottile, e sono privi della colorazione brillante mantenendo quella bianco gialla sbiadita tipica di esemplari giovani.

ALLEVAMENTO E RIPRODUZIONE
Allevamento: Visto che è un ragno che tesse una tela piuttosto ampia (oltre i 30 cm. di diametro), il terrario dove alloggiarlo deve essere almeno 40x30x40, come sub strato utilizzeremo della torba, od ella semplice carta assorbente, hai lati mettiamo dei rami , ben fissati che serviranno come punti di ancoraggio per la ragnatela, è importante che ci sia un buon ricambio d’aria. Per l'umidità e il fabbisogno di acqua, nei periodi più caldi nebulizzavo ogni sera, come cibo ci possiamo sbizzarire visto che mangia qualsiasi insetto che capita nella sua ragnatela. Come temperatura andrà bene quella ambiente, visto che comunque il periodo di attività di questo ragno coincide con i mesi più caldi dell’anno.
Ho osservato una cosa che mi ha colpito molto, tenendo per un periodo degli esemplari femmina adulti in piccoli contenitori, che non davano la possibilità di costruire la tela, i ragni non hanno avuto la minima difficoltà a predare autonomamente le piccole mosche che gli offrivo, queste venivano catturate con una destrezza tale da far invida ad un ragno lupo, mentre provando a nutrire i medesimi esemplari con piccoli grilli, o insetti trovati nel loro luogo di cattura, i risultati sono stati negativi.
Accoppiamento e riproduzione: Gli accoppiamenti si hanno nel mese di Agosto, non ci sono rituali di corteggiamento, il maschio, si avventura nella ragnatela della femmina, e dopo averla fecondata, viste le sue ridotte dimensioni molte volte finisce per diventare preda della stessa. Nel giro di tre settimane durante le ore notturne la femmina costruisce una quantità di cocoon che può variare da 1 a 3, in base alle condizioni climatiche e fisiologiche, il diametro di ogni cocoon può arrivare a 3 cm. e contenere anche 400 uova.
Il ciclo vitale del ragno, si conclude a settembre – ottobre, i piccoli usciranno fuori nella primavera successiva, rimanendo insieme fino alla prima muta.
Difficoltà: Se uno ha la possibilità di dedicargli lo spazio che necessita, le difficoltà sono minime, il discorso cambia per gli sling, che sono varie centinaia e molto piccoli, consiglierei di liberarli nel luogo di cattura dei genitori.

REPERIBILITA’
Reperbilità: Facile da individuare, spesso si rinvengono più esemplari nel giro di pochi metri quadri, questa vicinanza tra le tele è più comune in esemplari giovani.

Emanuele Melani


EMaImmagine inserita

#2 Emanuele77

Emanuele77

    Theraphosa

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 294 messaggi

Inviato 10 aprile 2003 - 17:45

Come sempre se ci sono delle imprecisioni, o avete altre osservazioni da fare sono sempre ben accette.
Per le foto, se qualcuno le ha ben vengano, altrimenti le scatterò io quest'estate
Saluti

EMaImmagine inserita

#3 MatteoG

MatteoG

    Fondatore

  • Fondatore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5056 messaggi

Inviato 10 aprile 2003 - 18:04

Foto ne abbiamo alcune (una molto bella di Fra e qualcosa di mio....). Bel lavoro... grazie "Emaphosa" [:D]

Attendiamo opinioni e/o osservazioni e/o correzioni e poi andiamo online rapidamente. [:D]

º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°
ARACNOFILIA.ORG -amministratore
º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°

#4 Guest_vesubia_*

Guest_vesubia_*
  • Guests

Inviato 10 aprile 2003 - 18:15

Complimenti! Per me la scheda è buona e le tue osservazioni eco-etologiche sono precise. Ci sarebbe solo qualche ritocco da fare qua e là, ma non mi va di farlo qui (a meno che tu non lo richieda espressamente); mandami una mail.
Ciao

#5 MatteoG

MatteoG

    Fondatore

  • Fondatore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5056 messaggi

Inviato 16 aprile 2003 - 22:44

io aspetto che mi si dia l'ok....
poi metterò online!

Ciao
Matteo

º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°
ARACNOFILIA.ORG -amministratore
º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°

#6 Guest_vesubia_*

Guest_vesubia_*
  • Guests

Inviato 17 aprile 2003 - 04:10

Ho reso le bozze "corrette" a Emanuele77 lasciandogli l'onere e l'onore di farle pubblicare.
Ciao

#7 Emanuele77

Emanuele77

    Theraphosa

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 294 messaggi

Inviato 18 aprile 2003 - 08:55

Ho avuto problemi con la posta se mi fai il piacere di inviare direttemanete sul sito l'e-mail che mi hai mandato per fare le dovute aggiunte, mi faresti un piaceroni, degli onori non me ne può frega de meno[:D][:)]


EMaImmagine inserita

#8 Guest_vesubia_*

Guest_vesubia_*
  • Guests

Inviato 18 aprile 2003 - 09:41

Caro EMa(serpente rannicchiato!)spero di non averti fatto arrabbiare/offeso, non era mia intenzione. Va bene, invierò io al "Gran Capo Matteo" copia corretta della tua scheda (penso di poterlo fare perché ti sei dichiarato d'accordo su tutti i punti). Resto invece molto preoccupato per l'alta percentuale di reazioni negative che i miei interventi provocano ... ma di questo vedrò di discuterne direttamente con Grotto.
Ciao,
Claudio

#9 Emanuele77

Emanuele77

    Theraphosa

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 294 messaggi

Inviato 18 aprile 2003 - 10:52

[:0][:0]Offeso? e per cosa?? Anzi mi fa piacere che hai corretto e perfezionato alcuni punti della scheda.
Salutoni

EMaImmagine inserita

#10 giantsquid

giantsquid

    Poecilotheria

  • Membri Onorari
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 727 messaggi

Inviato 19 aprile 2003 - 13:50

Beh...matteo direi che si può mettere su con le correzioni di claudio. Sinceramente mi pare un ottimo lavoro. bravo ema, ci servono proprio contributi come questo!!
Matteo, ti mando qualche altra immagine

Franci

#11 MatteoG

MatteoG

    Fondatore

  • Fondatore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5056 messaggi

Inviato 19 aprile 2003 - 15:44

la scheda è arrivata. Davvero fantastica!! Attendo le foto di Fra e pubblico....

Matteo

PS: Claudio, appena ho un attimo risponderò con calma alla tua mail. Adesso con la Pasqua sono molto preso e vorrei pensarci un po'...

º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°
ARACNOFILIA.ORG -amministratore
º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°

#12 i-lang

i-lang

    "Nonno"

  • Membri Onorari
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3073 messaggi

Inviato 20 aprile 2003 - 10:47

x Emanuele 77
bella, bella scheda! L'A.bruennichi è uno dei ragni italiani che preferisco...[8D]
Vi è solo un errore di battitura al capitolo relativo al dimorfismo sessuale: il maschio è di dimensioni massime di 12 mm /body e non 120...
Aspetto con impazienza le aggiunte di Vesubia (sempre preciso!)[^].
Saluti!

#13 Guest_vesubia_*

Guest_vesubia_*
  • Guests

Inviato 20 aprile 2003 - 16:31

Caro i-lang,
fra EMa e me ci sono già stati un po' di amichevoli "sfottò" sulla faccenda dei 120 mm! Penso che la rettifica apparirà nella versione definitiva della scheda. Piuttosto colgo l'occasione per segnalare un piccolo errore di battitura che mi era sfuggito: non (stabilimetum) ma (stabilimentum). Io ODIO i manoscritti da pubblicare perché mi fregano sempre: li leggo e li rileggo, a volte li leggo alla rovescia per non farmi distrarre dal discorso ... ma qualche imprecisione riesce sempre a sfuggirmi! Ovviamente questa è una semplice considerazione sulla mia sbadataggine, la scheda di EMa non c'entra per niente.
Ciao a tutti,
Claudio
x EMa: sei poi riuscito a mettere giù due righe di descrizione dell'ovisacco di Argiope bruennichi?

#14 giantsquid

giantsquid

    Poecilotheria

  • Membri Onorari
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 727 messaggi

Inviato 21 aprile 2003 - 22:47

Matte, ti ho spedito le foto.
A limite, se ci sono problemi con 2 info sull'eggsac, posso fare un aggiunta io

Franci

#15 MatteoG

MatteoG

    Fondatore

  • Fondatore
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5056 messaggi

Inviato 21 aprile 2003 - 22:58

si si fai pure...
metterò su la scheda appena ho un attimo di tempo e la farò vedere ad autori e revisori prima di metterla online...

Grazie e ciao!
Teo

º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°
ARACNOFILIA.ORG -amministratore
º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi

Copyright © 2018 Your Company Name